UA-72767483-1

Bere vino, con moderazione, protegge dalla demenza

Filed under In evidenza, Lifestyle, News, Salute

Bere alcolici è stato considerato, per molto tempo, dannoso per la salute, ma un recente studio pubblicato su The British Medical Journal  afferma che se ci si astiene completamente dal bere, si potrebbe avere un aumentato rischio di demenza. Quindi, sia l’astinenza a lungo termine, sia il consumo eccessivo di alcol possono aumentare il rischio di demenza.

Lo studio, iniziato su 9.087 funzionari britannici di età compresa tra i 35 e i 55 anni, nel 1985, ha trovato che, in particolare, le persone che non avevano bevuto nella loro mezza età avevano avuto maggiori probabilità di contrarre la demenza, rispetto a chi aveva bevuto moderatamente, soprattutto se bevitore di vino.

Il lavoro, condotto da un team di ricercatori dell’University College di Londra e dell’Istituto francese per la salute, Inserm, ha preso in considerazione diversi fattori sociodemografici, di stile di vita e correlati alla salute, che avrebbero potuto influenzare i risultati della ricerca.

I partecipanti sono stati valutati a intervalli regolari tra il 1985 e il 1993 sul loro consumo di alcol e / o sulla loro dipendenza da alcol.

E’ emerso che l’astinenza nella mezza età o l’assunzione di più di 14 bicchieri a settimana era associata a un più alto rischio di demenza,  rispetto al bere da una a quattordici dosi di alcol a settimana.

I ricercatori hanno mostrato che alcuni dei rischi di demenza, in caso di consumo eccessivo di alcol,  erano dovuti a un maggior rischio di malattie cardiometaboliche, come malattie cardiache, diabete e persino ictus.

L’astinenza totale dall’alcol, invece, era associata ad un aumento del 45% delle possibilità di sviluppare la demenza, a partire dalla vecchiaia, rispetto al consumo entro i limiti raccomandati (fino a una bottiglia e mezzo di vino a settimana).

Il bere vino con moderazione, nei volontari aveva ridotto i livelli di colesterolo e di pressione sanguigna.

Lo studio ha affermato che, a lungo termine, chi si era astenuto dal bere aveva avuto un rischio più elevato di demenza del 67%, rispetto a chi si era astenuto dal bere nella mezza età.

Tuttavia, questo è uno studio osservazionale, quindi non è possibile trarre conclusioni definitive, ma è sicuramente evidente che il consumo eccessivo di alcol è un fattore di rischio per la demenza.

Non esiste ancora un modo noto per prevenire la demenza, a parte il curare la dieta, il fare regolare  esercizio fisico, il socializzare e l’evitare di ferirsi alla testa.

E’ importante comprendere l’impatto del consumo di alcol sui risultati dell’invecchiamento, dato che le persone, adesso, vivono più a lungo e il numero di persone che saranno affette da demenza potrebbe triplicare entro il 2050.

 

You must be logged in to post a comment Login