UA-72767483-1

Musica, musica, musica: al via una settimana intensa per Siena Jazz

Filed under Cultura e Società, Intrattenimento, News, Notizie

Sul palco allievi di ogni età: dai piccolini della Peter Pan Orchestra fino agli studenti della Siena Jazz University guidati dai loro prestigiosi docenti

 

Musica, musica, musica: al via una settimana intensa per Siena Jazz. I prossimi 15, 16 e 18 maggio infatti sono in programma tre diversi concerti che raccontano quella che è la grande ricchezza culturale e formativa dell’istituzione senese.

 

Si comincia martedì 15 maggio quando il palcoscenico del locale Un Tubo Jazz Club ospita il concerto di Susanne Abbuehl e i suoi allievi, spettacolo che chiude uno dei seminari di alta formazione riservati agli studenti della Siena Jazz University (Inizio ore 21.45 – ingresso libero).

Susanne Abbuehl è una delle più acclamate voci femminili del jazz europeo. Cantante e compositrice d’origine svizzero-olandese, nell’arco della sua carriera si è esibita ed ha inciso dischi con musicisti dal background musicale molto vario tra cui il Jeanne Lee Music & Dance Ensemble, Christof May, Stephan Oliva, Michel Portal, Mats Eilertsen e Paolo Pandolfo.

 

Sempre presso Un Tubo Jazz Club, mercoledì 16 maggio alle ore 21.00 ad ingresso libero un imperdibile appuntamento diviso in due parti. Ad aprire la serata saranno i giovanissimi allievi di Siena Jazz che fanno parte della Peter Pan Orchestra, il progetto musicale rivolto ai giovani d’età compresa fra gli 8 ed i 13 anni nato per accostare i bambini alla musica moderna. La loro esibizione chiude un seminario di tre giorni guidato da Odd André Elveland, fondatore e direttore della Improbasen Jazz School, Barnas Jazzhus, nonché del Kids in Jazz Festival, Norvegia. Il concerto si inserisce in un programma di scambi tra i piccoli jazzisti delle due scuole, di Siena e di Oslo che Elveland ha curato in collaborazione con Fabrizio Bai e tutto lo staff della Peter Pan Orchestra

La seconda parte dell’appuntamento vedrà sul palco i docenti Stefano Onorati, David Boato e Maurizio Giammarco con gli allievi Siena Jazz University a dar vita a un recital pieno di ritmo e grande musica.

 

Venerdì 18 maggio sarà invece la volta del primo concerto che nasce a seguito del progetto EuJamm, promosso da Siena Jazz e sostenuto dal MIBACT e che, nel corso del 2018 vedrà la partecipazione delle formazioni jazzistiche di 9 accademie europee e 9 italiane. Alle ore 21.30 presso l’Auditorium Santa Chiara Lab, a chiusura un’intensa due giorni di attività didattiche si esibiranno le formazioni jazzistiche della Civica Scuola di Milano Claudio Abbado, della Norwegian Academy of Music di Oslo e del Siena Jazz, composte da studenti e docenti delle tre istituzioni.

 

 

 

You must be logged in to post a comment Login