La malattia di Alzheimer può iniziare molto prima di quanto si pensi. Un nuovo studio ha scoperto che vivere in città con un alto inquinamento atmosferico mette a rischio  di Alzheimer anche i bambini che hanno meno di un anno di età.

I ricercatori di questo studio, guidati da Lilian Calderón-Garcidueñas, dell’Università del Montana, negli Usa, hanno esaminato le autopsie di 203 residenti a città del Messico e pubblicato i loro risultati su Environmental Research. L’età degli intervistati andava da 11 mesi a 40 anni.

I ricercatori hanno esaminato i livelli di due proteine anormali connesse con l’Alzheimer,  la Tau e la beta amiloide.

Hanno trovato livelli accresciuti di queste due proteine nel cervello, anche nei bambini che avevano meno di un anno. I primi segni dell’Alzheimer sono stati trovati nel 99,5% dei soggetti esaminati.

I risultati dello studio sottolineano, perciò, quanto sia importante ridurre l’inquinamento atmosferico.