Diabete: il farmaco che blocca il danno renale

Un farmaco che ha impedito con successo la malattia del rene nei topi diabetici sarà sottoposto a sperimentazioni umane, in Australia.

Più di 140 australiani che soffrono di diabete di tipo 1 o 2 parteciperanno allo studio, che inizierà a settembre.

Il farmaco, sviluppato dai ricercatori dell’Università di Monash, blocca un percorso attraverso il quale gli enzimi NOX causano danni ai reni.

I ricercatori del Monash hanno detto che bloccando il percorso nei topi hanno impedito i danni ai reni negli animali diabetici.

Il farmaco, i cui diritti sono di proprietà della società farmaceutica svizzera Genkyotex, ha mostrato di poter riparare anche i danni agli occhi e al cuore, legati al diabete.

Il rene del diabetico presenta cicatrici, infiammazione e perdita di albumina proteica. Il farmaco ha interrotto la perdita della proteina, ha arrestato l’infiammazione e la cicatrizzazione.

E la cicatrizzazione, in particolare, che provoca l’insufficienza renale.

I 142 partecipanti allo studio si sottoporranno, a settembre, al test dell’albumina nelle urine e poi saranno trattati con l’inibitore NOX o con un placebo, per 12 mesi.

Riuscendo a rallentare le malattie renali e a ridurre la malattia di cuore e dell’occhio nei diabetici, si migliorerà drasticamente la durata e la qualità della vita di questi malati, perché essi potranno evitare la dialisi, molti attacchi cardiaci e la cecità, dice lo studio.

Allarme diabete, sia in Italia che a livello globale. Preoccupano tanto i numeri attuali, dato
“I nuovi farmaci si sono rivelate utili sia per patologie cardiovascolari che per complicanze renali.
Il fosfato inorganico, un additivo alimentare molto usato nella "dieta occidentale" porta ad evitare l'attività
Soffrire di ipertensione è molto comune nell'epoca contemporanea, ma alcuni alimenti possono aiutare a tenerla