Il colore dell’amore

I colori, come anche i profumi e tutto ciò che riguarda la sfera sensoriale umana, sono fondamentali nella vita di ognuno di noi. Accendono ricordi, emozioni, dinamiche psichiche di cui neppure ci rendiamo conto in maniera conscia. Di nascosto agiscono dentro di noi e a volte suggeriscono e influenzano comportamenti e azioni.

E viene da chiedersi: ma sarà poi vero che il rosso stimola l’aggressività? Il verde al contrario induce proprio al riposo e alla pace e il giallo, come si dice, è il colore delle persone ‘stravaganti’?

Luoghi comuni e leggende a parte, di certo tutti noi abbiamo un colore preferito e forse non sappiamo neppure il perché. Ma quando lo vediamo stiamo meglio e a volte lo cerchiamo con gli occhi in mezzo a tanti altri, senza saperlo. Forse perché qualcosa di ancestrale è rimasto dentro di noi, registrato nel nostro inconscio e archiviato come ricordo felice, che ogni tanto ritorna a galla.

Il lavoro di good feelings parte proprio da qui. Si tratta di una startup che propone un servizio di personalizzazione cromatica con innumerevoli possibilità di utilizzo. Gli inventori sono Raluca Andreea Hartea e Riccardo Marinelli – artista multidisciplinare l’una e architetto poliedrico l’altro – una coppia nella vita e negli affari, che hanno saputo fondere insieme arte, psicologia e scienza, per sviluppare un “processo” che può essere applicato in tutti quei campi che richiedono una scelta sul colore.

Attraverso una piacevole esperienza di ipnosi dinamica che porta a un lieve rilassamento, i due “esperti di colori” entrano in contatto con l’inconscio per farlo parlare secondo i movimenti oscillatori del nostro corpo, stimolato da differenti palette cromatiche. Potrà capitare di sentirsi attratti o al contrario respinti da questi colori, se la tonalità non richiama nessun ricordo felice del nostro mondo interiore.

Un originale esperimento da proporre a una coppia di innamorati.

Sarà stato il “colore del cuore” ad unire le due anime e a renderle gemelle? O, al contrario, i colori positivi di ognuno sono contrastanti e occorre quindi trovare un “accordo cromatico” tra i due elementi?

La parete della camera da letto, tinteggiata di lilla, potrebbe aiutare nelle pratiche d’amore (se il lilla sarà percepito da entrambi come tinta rilassante e positiva) o meglio lasciarla di un bianco neutro? Con che tipo di luce ci si riesce a capire e parlare meglio? Che colore di vestito stimola più la fantasia del partner, facendolo sentire più a suo agio?

Sarà divertente e utile quindi provare una “seduta di coppia” per scoprire…i colori da coltivare e potenziare per creare magiche alchimie e indagare invece quelli da evitare e allontanare. Una sorta di “terapia cromatica” in un’unica sessione – ma fatta singolarmente – che aiuti la coppia ad aumentare l’intesa e l’affiatamento.

In un’epoca di temi natali e oroscopi, meditazioni occidentali e orientali, costellazioni favorevoli e sedute psicologiche…perchè non provare a scoprire anche il colore che può farci stare meglio nel nostro mondo e soprattutto con chi di questo mondo più ci interessa(lui/lei)?

Potrebbero interessarti anche...