Nelle spugne per piatti milioni di funghi e batteri

Alcuni ricercatori di Campinas in Brasile hanno trovato che in 15 giorni di utilizzo di una spugna per piatti si accumulano 680 milioni di funghi e batteri, che possono causare diarrea, febbre e anche polmonari.

Sono più a rischio gli anziani, i bambini e le persone con bassa immunità.

Lo studio, realizzato dalla DeVry University Metrocamp, appartenente ad un gruppo educativo degli Stati Uniti, è stato effettuato su  campioni di spugne, utilizzate per 15 giorni e non sterilizzate.

La maggior parte dei microrganismi trovati sulle spugne sono già presenti nel nostro corpo e l’ambiente, dicono i ricercatori, osservando che però il problema esiste quando essi sono in quantità eccessiva.

L’escherichia coli può causare diarrea e febbre. I funghi possono causare problemi alla pelle, che vanno da un’infezione fungina a problemi polmonari.

Per igienizzare una spugna, i ricercatori consigliano di metterla ogni giorno nel forno a microonde con un po’ d’acqua per 2 minuti o a bagno in una soluzione in cui sono stati messi due cucchiai di candeggina per ogni litro di acqua. La spugna deve essere lasciata a bagno per dieci minuti.

E’ importante non lasciarla in vaschette insaponate e bagnate, perché si contaminano quando gli ambienti sono umidi.

Dopo 15 giorni di utilizzo, la spugna dovrebbe essere sostituita.

 

Potrebbero interessarti anche...