Un po’ di cioccolato contrasta la fibrillazione atriale

Un nuovo studio, pubblicato sul British Medical Journal, dice che mangiare cioccolato può ridurre rischio di sviluppare la fibrillazione atriale, un tipo pericoloso di aritmia cardiaca.
L’indagine ha raccolto tra gli anni 1993 e 1997, i dati di oltre 55 mila persone (età 50 – 64 anni), in Danimarca.
Le informazioni riguardavano la dieta e lo stile di vita dei partecipanti, così come alcuni dati biologici.
E’ stato inoltre effettuato un questionario sul consumo di cibo, in particolare cioccolato.
I ricercatori hanno scoperto che in tredici anni e mezzo sono stati registrati oltre 3000 casi di fibrillazione atriale.
I risultati hanno mostrato che i partecipanti, che avevano mangiato 2-6 porzioni di cioccolato a settimana, una porzione a settimana o 1-3 porzioni al mese, avevano avuto un minor rischio di sviluppare la fibrillazione atriale rispetto agli individui che avevano consumato meno di un pezzo di cioccolato al mese.
“Il nostro studio dimostra che l’assunzione di cioccolato moderata offre benefici per la salute e diminuisce il rischio di aritmie”, ha detto Elizabeth Mostofsky, autore principale dello studio.
La fibrillazione atriale può portare allo sviluppo di ictus, insufficienza cardiaca, declino cognitivo e demenza.
Solleticare l'orecchio con una piccola corrente elettrica potrebbe rallentare il processo di invecchiamento negli over
Al via la terza edizione di “Riprenditi la vita”, la campagna informativa sulla Fibrillazione Atriale
Secondo uno studio recente, pubblicato sulla rivista il BMJ, il fumo eccessivo e il consumo
Bere fino a tre tazze di caffè o tè al giorno non solo non fa