UA-72767483-1

Capodanno Cinese a Milano: canti e balli tradizionali con l’Istituto Confucio

Filed under Cultura e Società

Anche a Milano si festeggia l’anno del Gallo

L’Istituto Confucio dell’Università Cattolica saluta l’arrivo dell’anno del Gallo invitando tutti a teatro per assistere a uno spettacolo di canti e danze tradizionali ì cinesi.
Un’iniziativa in programma il 31 gennaio alle ore 21 presso il Teatro di Milano, in via Fezzan 11

 Gli scintillanti colori e le vivaci atmosfere della Festa di Primavera, meglio conosciuta come Capodanno Cinese, arrivano anche a Milano. La tradizionale ricorrenza, che quest’anno cade il 28 gennaio, è ormai diventata un appuntamento irrinunciabile per persone di ogni età e nazionalità, anche nel capoluogo lombardo, rappresentando un momento di incontro e di festa che unisce e diverte adulti e bambini.

Nell’ambito dei festeggiamenti, l’Istituto Confucio dell’Università Cattolica di Milano invita tutti a salutare insieme l’anno della Scimmia che se ne va e a dare il benvenuto all’anno del Gallo, animale che simboleggia tolleranza e apertura, con uno spettacolo di canti e di danze tradizionali cinesi.

Martedì 31 gennaio, alle ore 21, presso il Teatro di Milano di via Fezzan 11, il gruppo teatrale Guangzhou Dance and Song Ensemble si esibirà nel balletto intitolato ”Il fascino di Lingnan”. Le musiche dello spettacolo attingono alla tradizione musicale occidentale, alla musica di corte della dinastia Yuan, al repertorio etnico mongolo e alla musica popolare della Cina meridionale. L’ingresso è gratuito.

Inoltre per salutare il vecchio anno e accogliere quello nuovo, l’Istituto Confucio dell’Università Cattolica di Milano lunedì 30 gennaio, nella sua sede di via Carducci 30, organizza il Confucius Institute Graduation Ceremony.

Durante la cerimonia, il direttore cinese dell’Istituto Confucio e gli insegnanti consegneranno gli attestati di partecipazione ai corsi agli studenti che hanno frequentato le lezioni durante il primo semestre. Al termine sarà possibile degustare i jiaozi, i tipici ravioli che i cinesi amano preparare e consumare in famiglia perché si dice portino soldi e fortuna.

Per finire il 2 febbraio nella scuola di via Giusti a Milano, nel cuore del quartiere cinese della città, si terrà un’attività aperta ai bambini italiani e cinesi alla scoperta della Festa di Primavera, dello zodiaco cinese e dell’arte della calligrafia.

 

Le origini del Capodanno Cinese

La festività del Capodanno Cinese ha le sue origini nell’antica mitologia cinese. Stando al mito, in Cina viveva un mostro chiamato Nian. La storia narra che il Nianera solito uscire dalla sua tana una volta ogni dodici mesi per mangiare esseri umani e l’unico modo per sfuggire a questo tributo di sangue era spaventarlo con rumori forti e utilizzando il colore rosso. Un’eco di questa leggenda potrebbe essere rimasta nel rituale della danza del leone, tradizione praticata nelle feste, in cui si sfila per le strade inseguendo una maschera da leone, che rappresenterebbe il Nian.

 

Per ulteriori informazioni visitare il sito:http://istitutoconfucio.unicatt.it/confucius-home

You must be logged in to post a comment Login