UA-72767483-1

Non sempre le placche dell’Alzheimer deteriorano le funzioni cognitive

Filed under Lifestyle, Salute

Alcune persone anziane sono immuni dalle lesioni patologiche del cervello che portano tutti gli altri a sviluppare la malattia di Alzheimer.

Gli scienziati della Northwestern University di Chicago hanno esaminato il cervello di otto anziani di età superiore ai 90 anni che avevano mantenuto bene le loro funzioni cognitive fino alla morte.

Con loro grande sorpresa i ricercatori hanno scoperto che alcuni di loro avevano in tutto il cervello le placche cerebrali caratteristiche della malattia di Alzheimer, ma la memoria e le altre funzioni mentali, in loro, non erano state distrutte.

“Questa scoperta suggerisce che ci sono alcuni fattori che proteggono il cervello e la memoria dalla patologia di Alzheimer”, ha detto il ricercatore Changiz Geula, professore di Neurologia Cognitiva della Northwestern.

Il morbo di Alzheimer si verifica quando accumulato delle proteine cerebrali patologiche che producono placche che uccidono i neuroni e la memoria.

Il fatto che alcune persone anziane mantengano la loro funzione cognitiva, pur avendo questi accumuli, significa che ci sono alcuni meccanismi di protezione finora sconosciuti.

I risultati della nuova ricerca sono stati presentati al 46esimo Meeting annuale della ‘American Society Neuroscience’ (Neuroscience 2016) tenutasi a San Diego.

You must be logged in to post a comment Login