Infezioni ospedaliere: 90 000 morti all’anno solo in Europa

In Europa, più di 90 000 pazienti all’anno muoiono per le infezioni contratte in ospedale, secondo un nuovo studio.

Più di 2,5 milioni di infezioni, possono trasmettersi ai pazienti in una clinica, secondo lo studio che ha registrato, in particolare, sei comuni infezioni acquisite in ospedale, tra cui polmonite, sepsi (avvelenamento del sangue) e infezioni delle vie urinarie e delle ferite.

Lo studio, pubblicato sulla rivista ‘Plos Medicine’, dice che un terzo delle infezioni contratte in ospedale sono prevenibili.

Per il loro studio, i ricercatori guidati da Alessandro Cassini dell’European Centre for Disease Prevention and Control, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie o ECDC, hanno analizzato i dati del 2011 e del 2012 in 30 paesi europei, per un totale 510 milioni di abitanti.

Le ragioni di queste infezioni sono diverse. In clinica i pazienti devono spesso inserire cateteri o essere collegati a respiratori e molti microbi possono provenire da questi. E’ importante anche l’abitudine di lavarsi le mani da parte dei sanitari, che maneggiano strumentoi o vengono in contatto con i malati.

In Italia ogni anno circa 700 mila pazienti contraggono un’infezione correlata all’assistenza durante il periodo
I fiori e le piante non sono solo belli da vedere, essi possono anche essere
Su 10 milioni di pazienti ricoverati ogni anno negli ospedali italiani, circa il 6% contrae
Mangiare bene in Casa di Cura? Si può. Parola di chef JRE Italia. Giunge a