Il paracetamolo in gravidanza potrebbe provocare disordini di iperattività e deficit di attenzione

Il paracetamolo durante la gravidanza potrebbe aumentare il rischio di figli con disordini di iperattività e deficit di attenzione.

Il medicinale è generalmente considerato sicuro durante la gravidanza e almeno due terzi delle donne lo utilizzano quando sono incinte, ma l’antidolorifico, sembra aumenti il rischio di problemi di comportamento nei loro figli quando hanno 7 anni, secondo una ricerca fatta nell’Università di Bristol.

Nello studio, l’assunzione di paracetamolo tra la 18esima e la 32esima settimane di gravidanza è stato associato con un aumento del 42% del rischio di problemi di comportamento nei bambini e a un aumento del 31 per cento del rischio di iperattività.

I ricercatori hanno anche notato un aumento del 29% del rischio di problemi emotivi, e un 46 per cento di aumento di difficoltà comportamentali nei bambini nati da donne che avevano utilizzato il nelle 32 settimane di gravidanza.

Non è perciò consigliabile assumere in modo sconsiderato questo prodotto, ma il medico deve valutare rischi e benefici, perché febbre o dolore non trattati durante la gravidanza possono a loro volta creare problemi.

Sembra incredibile, eppure, ora, è possibile gestire il dolore con lo smartphone. Un'applicazione, che riduce
La birra può essere un analgesico efficace, se bevuta oltre una certa soglia. Tuttavia, questo
Le donne che prendono il paracetamolo o l'ibuprofene, anche solo due volte a settimana, potrebbero