Cina: Micius ha inviato i dati con comunicazione criptata

Il primo gruppo di dati provenienti dal satellite “Micius” è stato ricevuto dagli scienziati cinesi, dell’Accademia cinese delle scienze (ACCh) che ha dato la notizia.

I dati sono stati ricevuti mercoledì alle 11:56 dalla stazione a terra del satellite di telerilevamento della Cina, situata a Miyun nella periferia di Pechino.

Il 202 megawatt di dati sono di buona qualità e sono stati trasferiti al Centro Nazionale delle Scienze dello spazio in Cina.

La Cina martedì aveva rilasciato il primo satellite di comunicazione quantistica al mondo. Il satellite è stato chiamato “Micius”, in onore dello scienziato e filosofo cinese del v secolo. Micius, satellite oltre 600 chili, era stato lanciato dal centro di lancio Jiuquan, nel deserto del Gobi.

Il satellite è stato progettato per stabilire comunicazioni quantiche a prova di cyber attacchi “con la trasmissione di chiavi non tracciabili dallo spazio alla terra e per fornire  sulla cosa più strana della fisica quantistica: l’entanglement quantistico (Quantenverschrankung).

Con il crescente pericolo di furto da parte di paesi e organizzazioni, la possibilità di creare una nuova generazione di comunicazioni sicure è di vitale importanza.

Stati Uniti, Canada, Giappone e Unione europea, stanno lavorando su progetti simili a quello cinese.

La Cina ha già costruito una rete per la ricezione dei dati dal satellite.  A parte la stazione ricevente di Miyun, in futuro, riceveranno i dati inviati da “Micius” anche una stazione a Kashgar, nella Cina nord-occidentale, e una a Sanya, nel sud del paese.

Tali trasmissioni utilizzano particelle sub-atomiche per la comunicazione sicura tra due punti con cui una rete basata su satellite consente l’invio di messaggi crittografati in modo rapido e senza possibilità di essere intercettati.

Dopo il lancio di questo satellite, il vice primo ministro Liu Yandong ha dichiarato che questo progetto è un passo importante nella scienza dello spazio della Cina, dal momento che può migliorare la competitività e la sicurezza delle informazioni nel Paese.

Il gigante asiatico ha 710 milioni gli utenti internet, il 51,7% della popolazione totale, secondo un rapporto ufficiale.

Potrebbero interessarti anche...