Perché leggere mentre si è su un bus può dare la nausea

Sicuramente avrai visto che leggere un libro su un mezzo di trasporto pubblico può dare improvvise ondate di nausea che rischiano di peggiorare se non si guarda lontano e fuori dalla finestra.

Secondo il neuroscienziato Dean Burnett, è nostro cervello che fa confusione e reagisce come se stessimo per essere avvelenati.

La lettura durante il movimento innesca confusione sensoriale nel cervello. Il talamo che detiene tutte le nostre informazioni sensoriali è responsabile dell’invio dei segnali in varie parti del cervello.

Quando stiamo camminando, il talamo ci dice di andare avanti con le nostre gambe, ma quando stiamo leggendo in una macchina in movimento, i segnali sono confusi.

“Quando stiamo in un veicolo come su un’automobile o un treno o su una nave, soprattutto, in realtà non si è fisicamente mobili”, ha detto Burnett. “Non provengono segnali dai muscoli che dicano che ci si sta muovendo.

“Ma i fluidi nelle orecchie obbediscono alle leggi della fisica… perché si è in realtà in movimento. Quindi il cervello riceve messaggi misti”.

Noi ci siamo evoluti come specie, ma per i nostri cervelli ciò che causa una mancata corrispondenza sensoriale è un veleno. In questo modo, il corpo tenta di liberarsi del veleno percepito provocando il vomito.

Non c’è niente che possiamo fare, tranne che mettere giù il libro, ha detto Burnett.

Potrebbero interessarti anche...