Birmania: una malattia sconosciuta ha ucciso più di 30 bambini

Una malattia non identificata ha causato la morte di più di 30 bambini in una remota regione della Birmania, al confine tra l’India, i cui abitanti sono principalmente membri delle tribù Naga.

L’ANSA dice che i decessi si sono finora concentrati in alcuni villaggi della provincia autonoma di Naga (a 1.300 km dall’ex capitale Rangoon), al confine con l’India. Delle persone morte 18 sono decedute nel solo villaggio di Htan Khaw Lanma, 13 erano minori di 12 anni.

La malattia, che presenta sintomi simili a quelli del morbillo (tosse, prurito…), infatti, in particolare colpisce i bambini che hanno meno di cinque anni, ma anche gli adulti.

Secondo le autorità del Paese non  pare che la patologia sia contagiosa.

La zona in cui la malattia si è sviluppata è una delle meno sviluppate della Birmania, con infrastrutture praticamente inesistenti e una scarsissima presenza di strutture mediche.

Potrebbero interessarti anche...