L’insorgere della malattia di Alzheimer si scopre dalla retina

Il morbo di Alzheimer si scopre dagli occhi, secondo i ricercatori dell’Università del Minnesota, che hanno utilizzato un nuovo sistema per scoprire i primi segni della malattia nelle retine di topi.

In uno studio pubblicato su Investigative Ophthalmology and Visual Science i ricercatori dicono che può rivelare la malattia un test semplice, non invasivo, che comporta l’esame della retina, il tessuto sensibile alla luce che ricopre la parte posteriore degli occhi, attraverso una macchina fotografica.

La retina e il cervello subiscono modifiche simili a causa del morbo di Alzheimer, ma la retina è molto più facile da esaminare perché è più accessibile.

Infatti, i ricercatori hanno rilevato nelle retine, attraverso i cambiamenti nella riflessione della luce le prime fasi della placca amiloide.

La malattia di Alzheimer attualmente può essere identificata solo dopo che si è già formata ed è diagnosticata sulla base dei sintomi.  Vedere la progressione della malattia prima della comparsa dei sintomi potrebbe aiutare gli esperti a testare nuovi farmaci di prevenzione e di trattamento.

L’esame dell’occhio sarà provato adesso sull’uomo e verrà testato in pazienti con e senza malattia di Alzheimer.

Un impianto retinico è stato testato con successo su quattro pazienti che avevano perso la
Gli scienziati di Google hanno scoperto un nuovo modo di valutare il rischio di sviluppare
Negli occhi di pesce potrebbe trovarsi la chiave per curare la cecità negli esseri umani,