Solar Impulse 2 è atterrato in Egitto

Solar Impulse 2, l’aereo alimentato solo da energia solare, è atterrato mercoledì 13 luglio, nell’aeroporto internazionale del Cairo, in Egitto, alle 07.10 ora locale, per il suo ultimo scalo prima di partire per Abu Dhabi, da dove era partito e dove completerà l’impresa, nei prossimi giorni.

Proveniva dalla città spagnola di Siviglia e dopo 49 ore di viaggio, l’aereo solare è arrivato senza problemi all’aeroporto della capitale egiziana, dopo aver sorvolato le famose piramidi di Giza.

All’arrivo, il pilota svizzero André Borschberg è stato ricevuto dai membri del team del progetto, che a decine si erano riuniti al Cairo.

Ore prima dell’arrivo, l’altro pilota e direttore del progetto, Bertrand Piccard, che effettuerà il volo per Abu Dhabi, ha detto che è stato scelto l’Egitto come ultimo intervallo di viaggio, perché in Egitto, 2.800 anni fa, il faraone Amenofis IV decise di adorare il sole.

Fu il primo posto in cui il sole venne trasformato in un Dio, l’unico Dio. Questo è molto simbolico, ha detto Piccard che, inoltre, ha rivelato che l’idea di Solar Impulse è nata proprio in Egitto nel 1999, quando egli volava intorno al mondo in mongolfiera.

Solar Impulse 2 è un aeroplano in grado di volare senza carburante grazie alle sue batterie che immagazzinano energia solare.
       

Solar Impulse 2 ha completato martedì il suo giro intorno al mondo con un aereo
Il velivolo Solar Impulse 2 ha compiuto la sua prima traversata dell'Atlantico, fondamentale tappa del
Solar Impulse 2 è decollato lunedì da New York diretto a Siviglia. L'aeroplano solare ha