Windows 10 non si aggiornerà più senza il consenso dell’utente

Con l’approssimarsi della scadenza dell’aggiornamento gratuito a Windows 10, molti utenti si sono lamentati perché si sono ritrovati il computer aggiornato senza essersene resi conto. Così Microsoft ha risposto alle richieste degli utenti e ha tolto l’aggiornamento automatico.

Da questo momento in poi, prima di procedere con l’installazione, il sistema operativo chiederà l’autorizzazione all’utente.

Microsoft ha anche detto che gli utilizzatori avranno “un’ulteriore opportunità” per annullare l’aggiornamento effettuato senza che ne fossero consapevoli o riprogrammare il pc.

Al momento dell’aggiornamento pianificato, se si desidera eseguire l’aggiornamento, si deve fare clic su “OK” e in caso contrario, sarà sufficiente chiudere la notifica per annullare il processo.

L’aggiornamento automatico si è verificato in alcuni casi perché gli utenti avevano tenuto i loro computer configurati per accettare gli aggiornamenti automaticamente.

L’aggiornamento a Windows 10 non sarà più gratuito dopo il 29 luglio.

Windows 10 è adesso su 300 milioni di dispositivi, circa 9 mesi dopo il suo
Secondo Mary Jo Foley, uno dei più grandi specialisti al mondo di Windows, poco più
Aggiornare il pc con Windows 10, il nuovo sistema operativo Microsoft, non sempre è consigliabile.