Gli studiosi dell’antica Babilonia sapevano come si muove Giove

Gli studiosi dell’antica Babilonia potevano già calcolare, quanto velocemente il pianeta Giove si muovesse nel cielo, utilizzando la matematica e la geometria astratta.

Per lungo tempo, si è pensato che questo metodo di calcolo geometrico fosse stato inventato solo nel XIV secolo. Invece, l’astronomo olandese e storico Matthieu Ossendrijver dice sulla rivista ‘Science’ di aver trovato su delle tavolette di argilla vecchi calcoli, risalenti al periodo compreso tra il 350 e il 50 a.C.

Ossendrijver, professore di storia della scienza antica presso l’Università Humboldt di Berlino, ha detto che i calcoli probabilmente servivano per fare gli oroscopi ordinati dai clienti, nonché per prevedere i prezzi di mercato, ad esempio del grano.

Le quattro tavolette esaminate dallo studioso erano state trovate intorno al 1880 e sono conservate nel British Museum di Londra.

Presentano caratteri cuneiformi, scolpiti sull’argilla morbida con uno stilo di canna.

“Si tratta di un contributo estremamente importante per la storia dell’astronomia babilonese e la storia della scienza”, ha commentato l’astronomo americano John Steele parlando della scoperta di Ossendrijver.

La sonda spaziale Juno è giunta a 4.200 km di Giove, sabato notte. Lo ha
Alla fine di un viaggio di 2,7 miliardi di chilometri, Juno la sonda della Nasa,
La sonda Juno inizierà ad orbitare attorno a Giove lunedi 4 luglio. Lo ha reso