Lo stress negli anziani aumenta il rischio di sviluppare la malattia di Alzheimer

Alti livelli di stress negli anziani possono aumentare il rischio di sviluppare la malattia di Alzheimer.

Gli individui stressati hanno due volte più probabilità di sviluppare una condizione di pre-demenza o di decadimento cognitivo lieve, secondo un nuovo studio fatto nel Montefiore Health System’s Albert Einstein College of Medicine di New York City.

Lo studio ha coinvolto 507 individui di 70 anni o più. Lo stress dei volontari è stato misurato attraverso uno strumento standardizzato chiamato Perceived Stress Scale.

I partecipanti allo studio sono stati monitorati per 3,6 anni e il loro livello di stress era costantemente misurato in base a una scala con punteggi che andavano tra zero e 56.

I ricercatori hanno scoperto che per ogni 5 punti della scala il rischio di decadimento cognitivo lieve aumentava del 30 per cento.

Se i livelli di stress percepiti di una persona sono troppo alti, una psicoterapia può essere d’aiuto, i farmaci antistress possono alleviare il disagio.

I ricercatori hanno notato che esiste un legame tra la riduzione dello stress percepito e la diminuzione del rischio di decadimento cognitivo lieve.

Gli autori dello studio, pubblicato su ‘Alzheimer’s Disease and Associated Disorders’, hanno notato che il decadimento cognitivo lieve spesso preannuncia l’insorgenza della malattia di Alzheimer o della demenza, negli anni successivi.

L'esposizione a lungo termine alle avversità può alterare il sistema della dopamina nel cervello , secondo un nuovo
Troppo stress fa male. Un nuovo studio ha scoperto che quando lo stress interrompe il ritmo
Per una coppia decidere di diventare genitori è una scelta molto importante. E sul tema
Lo stress dalla routine lavorativa e il logorio della vita moderna sono un problema sempre più diffuso. Una condizione