Vedere troppa televisione a 20 anni riduce le capacità cognitive a 40

Vedere tanta televisione a 20 anni potrebbe aumentare il rischio di ridurre le capacità cognitive a 40 e 50 anni, secondo un nuovo studio.

Lo studio, pubblicato sulla rivista ‘JAMA Psychiatry’, è stato fatto per 25 anni su quasi 3.250 volontari di età compresa tra 18 e 30 anni all’inizio del lavoro.

E’ emerso che i volontari che in gioventù avevano riferito di vedere più di tre ore di televisione al giorno avevano avuto due volte più probabilità di aver ridotto le loro funzioni mentali nella mezza età.

Al contrario, coloro che erano stati più attivi hanno mostrato di eseguire molto meglio varie prove di abilità mentali, alla fine del periodo di monitoraggio. Fa eccezione la memoria verbale, che non sembra essere influenzata dalle abitudini di vita giovanili, secondo i ricercatori della University of California, San Francisco (UCSF) e di altri centri di ricerca, che hanno condotto lo studio.

”Abbiamo scoperto che bassi livelli di esercizio e alte dosi di fruizione televisiva da giovani sono associati a performance cognitive peggiori nella mezza età”, dicono gli studiosi, spiegando che, “in particolare, questi comportamenti sono stati abbinati con una più lenta velocità di elaborazione e una peggiore funzione esecutiva”.

Una ricerca di David Lloyd Clubs, il gruppo leader europeo in ambito fitness che ha
Stare troppo seduti a guardare la TV ogni giorno aumenta di quasi due volte il
Nella terza stagione dello show televisivo pluripremiato "American Crime Story", nell'edizione del 2018, che verterà