Troppi grassi danneggiano il senso di sazietà

Le persone che si nutrono con molti grassi per molto tempo, danneggiano in via definitiva il segnale di saietà. Per questa ragione, secondo alcuni ricercatori australiani, il 95 per cento delle persone che perdono peso, entro 2 anni lo riprendono e spesso ingrassano anche di più.

Uno studio condotto da Amanda Page e Stephen Kentish dell’Università di Adelaide ha trovato che lo stomaco non torna alla normalità quando si perde peso, dopo aver consumato tanti grassi per lungo tempo.

Gli scienziati hanno scoperto che nelle persone pesantemente in sovrappeso la funzione di segnalazione di sazietà viene definitivamente danneggiata.

I nervi preposti per dire al cervello che lo stomaco è pieno non lavorano più bene.

Un ormone nel corpo, la leptina, noto per la regolare assunzione di cibo, può modificare la sensibilità dei nervi nello stomaco, dicono i ricercatori.

In condizioni normali, la leptina agisce per interrompere l’assunzione di cibo. Tuttavia, dopo una dieta ricca di grassi la leptina desensibilizza i nervi che rilevano la sazietà.

Mangiare funghi può calmare la fame e dare una maggiore sensazione di pienezza rispetto che
Mangiare alcuni alimenti, come pollo, sgombro, mandorle e avocado, può aiutare a tenere sotto coltrollo
Se si desidera eliminare i chili di troppo e anche mantenere il peso forma mangiare
I microbi intestinali potrebbero essere responsabili del senso di sazietà secondo un nuovo studio, pubblicato