Cina, nuova esplosione a Tianjin, saliti a 112 i morti

L’esercito cinese ha confermato domenica che centinaia di tonnellate di cianuro altamente tossico ci sono sul porto in cui sono avvenute delle esplosioni mercoledì a Tianjin.

Il cianuro è stato trovato in due aree. Intanto le autorità hanno aggiornato il bilancio delle vittime, che consiste in 112 morti. Purtroppo questo numero è destinato a peggiorare, dato che ci sono ancora 95 dispersi.

Le autorità cinesi hanno portato sul posto degli specialisti di materiali pericolosi, che hanno utilizzato il perossido di idrogeno per neutralizzare le sostanze nocive.

I media ufficiali avevano annunciato, sabato, che le aree comprese entro un raggio di tre chilometri dal sito in cui sono avvenute le esplosioni erano state evacuate, ma le autorità hanno detto che quelle informazioni erano inesatte e hanno chiuso vari siti web di informazione.

Intanto, nel porto della città cinese di Tianjin, domenica, 16 agosto, una nuova esplosione ha scosso la zona e i soccorritori urgentemente sono stati evacuati. L’esplosione è avvenuta intorno alle 17:00 ora locale di domenica.

Foto Xinhua

Alcuni medici cinesi hanno rimosso un cucchiaio dalla gola di un uomo, un anno dopo
Il livello di cianuro vicino al luogo in cui le esplosioni si sono verificate a
Ci sono stati 50 morti, a causa dell'esplosione avvenuta in Cina, nel porto di Tianjin.