Notte di San Lorenzo: tornano le ‘stelle cadenti’

E’ in arrivo la notte più magica dell’anno, quella in cui, secondo la tradizione, guardando le stelle cadenti si possono esprimere dei desideri con la speranza che si avverino. Complice il caldo delle notti, il fenomeno scientifico, costituisce, ormai da anni, lo spunto per l’organizzazione di molti eventi, un po’ ovunque.

Il fenomeno delle stelle cadenti più seguito in tutto il mondo, o delle Perseidi e lacrime di San Lorenzo, è molto atteso nella notte tra il 9 e il 10 agosto. In realtà esso dura di più ed è possibile vedere altre stelle cadenti in altri notti.

Quest’anno pare che, secondo gli studiosi di astronomia, la notte in cui cadranno più stelle sia quella tra mercoledì 12 e giovedì 13 agosto.

Scientificamente non si tratta di stelle ma di frammenti, di meteore lasciate da una cometa che si avvicina troppo al Sole che la disintegra.

Le Perseidi si chiamano così perché sembrano venire da un punto che è appunto la costellazione di Perseo. Il fenomeno è stato associato nelle cultura popolare anche alle lacrime sgorgate dagli occhi di San Lorenzo, quando fu arso sul rogo.

Nel Bellunese c'è davvero l'imbarazzo della scelta per la notte di San Lorenzo. Basta salire
Ogni anno, si può ammirare un fenomeno astronomico particolare, quello delle Geminidi con migliaia di
Non solo il 10 agosto. Non solo nella cosiddetta 'Notte di San Lorenzo'. La tradizionale