Bambina con teratoma cistico salvata al Sant’Anna di Torino

Un teratoma cistico nel collo rischiava di uccidere una bambina non ancora nata. Con un parto normale il feto non avrebbe avuto la possibilità di respirare autonomamente e la neonata sarebbe morta in pochi minuti.

A salvare la piccola sono stati i medici del Sant’Anna di Torino con un difficile intervento fatto nel vicino ‘Regina Margherita’.

La mamma è stata fatta partorire con cesareo alla 31esima settimana e il feto è stato lasciato attaccato al cordone ombelicale, mentre i medici hanno rimosso il tumore maligno, la sciarpa di carne, che aveva due volte le dimensioni della testa della piccola.

La bambina rischiava di soffocare con il tumore di 300 grammi, che l’aveva colpita, ancor prima di nascere, e che si estendeva dal mento allo sterno, in altezza, e da un orecchio all’altro, in larghezza.

La neonata, ora, sta bene e si trova ricoverata nel reparto di terapia intensiva neonatale dell’ospedale Sant’Anna.

La tecnica messa in atto dai medici piemontesi è detta EXIT (Ex Utero Intrapartum Treatment).

Il teratoma cistico è un tumore rarissimo che colpisce un neonato ogni 40.000.

Dopo i due appuntamenti del ciclo Immaginare il futuro che hanno portato a Torino esperti internazionali del
Dopo il successo della Milano Fashion Week dello scorso settembre, dove l’architetto e designer Hussain Harba ha sfilato
Il Museo Nazionale del Cinema di Torino ospita, dal 25 settembre 2019 al 6 gennaio
Dal 5 ottobre al 2 dicembre Torino ospita EstOvest Festival il tradizionale appuntamento autunnale con la musica