Un farmaco rallenta lo sviluppo del morbo di Alzheimer in fase precoce

Messo a punto un nuovo farmaco che è in grado di rallentare del 34% lo sviluppo del morbo di Alzheimer quando è ancora allo stadio iniziale.

I risultati di un ampio studio clinico sul trattamento con il Solanezumab, del laboratorio Eli Lilly, sono stati resi noti mercoledì scorso.

Solanezumab è un prodotto chimico che ha potenzialmente la capacità di impedire lo sviluppo delle proteine che si formano nel cervello e provocano la malattia.

I laboratori di Eli Lilly hanno effettuato numerosi test clinici, i cui risultati sono stati annunciati alla Conferenza sulla malattia di Alzheimer di Washington, negli USA.

La sperimentazione ha mostrato che dopo 28 settimane il trattamento con il Solanezumab ha frenato il declino cognitivo nei pazienti che lo avevano assunto.

Il prodotto è il primo in grado di prevenire e far regredire le malattie neurologiche degenerative, purchè diagnosticate precocemente.

Alcuni ricercatori finlandesi hanno esaminato per 20 anni i benefici della sauna. Lo studio fatto
La sauna può tenere a bada il morbo di Alzheimer. Almeno, questo è ciò che
Messo a punto un nuovo farmaco che è in grado di rallentare del 34% lo