Nella saliva i primi segnali della malattia di Alzheimer

Alcuni ricercatori canadesi hanno scoperto dei componenti specifici nella saliva delle persone che soffrono di malattia di Alzheimer, demenza moderata, o che sono in buona salute.

Le ultime ricerche riguardanti lo sviluppo del morbo di Alzheimer hanno indotto a pensare che i primi segni del declino biologico inizino anni o anche decenni prima della comparsa dei problemi di memoria.

Per giungere alle sue conclusioni l’università canadese di Alberta ha analizzao la saliva di un gruppo di volontari che hanno partecipano a uno studio sull’invecchiamento.

Confrontando i campioni di saliva delle persone affette da demenza, declino cognitivo o malattia di Alzheimer, con quelli dell’anziano in buona salute, hanno scoperto alcune differenze a livello dei componenti salivari.

I risultati dello studio, presentato nel corso di una Conferenza annuale sul morbo di Alzheimer, potranno fornire una base per lo sviluppo di un test semplice e non invasivo per determinare quali sono le persone che hanno il rischio di sviluppare una malattia degenerativa del cervello.

Ricercatori dell’Università di Ulm (Germania), dell’Università Statale di Milano e dell’Istituto Auxologico Italiano presentano un
I paesi dell'Asia, Singapore in testa, sono in testa per l'istruzione secondo l'indagine Pisa 2015
Alcuni scienziati norvegesi hanno sviluppato un nuovo modo per calcolare il rischio che una persona
L'anno scolastico volge alla fine e gli studenti si attrezzano per poter cipiare, una volta