5 consigli per gestire al meglio i risparmi

Gestire le proprie entrate non è semplice: bisogna capire quanto destinare alle spese fisse e quanto agli imprevisti, cercare di tenersi da parte un gruzzoletto per il tempo libero e, perché no, anche da investire nel proprio sogno nel cassetto.

Wallapop, piattaforma leader nella compravendita di prodotti second-hand, che promuove un modello di consumo responsabile e sostenibile, ha condotto una ricerca in collaborazione con mUp per indagare come gli italiani gestiscono i propri risparmi e quanto riescono a mettere da parte per realizzare i propri sogni.

La ricerca evidenzia come l’attuale contesto economico renda difficile per gli italiani risparmiare: costretti a far fronte alle proprie spese fisse, il 14% degli intervistati dichiara infatti di non riuscire a mettere da parte nulla. Quasi 6 italiani su 10, invece, riescono ad accantonare meno del 10% delle proprie entrate, da destinare a sogni e hobby, mentre la media nazionale si attesta intorno all’11%.

La mancanza di risorse economiche per iniziare a realizzare i propri sogni ha costretto molti italiani a ridimensionarli o a rinunciarvi del tutto: l’86% degli intervistati ha dichiarato infatti di aver dovuto limitare un sogno almeno una volta, mentre il 71% ha dovuto farlo in più occasioni.

Mettere da parte un po’ di soldi può essere difficile, ma non impossibile: basta seguire alcuni accorgimenti per capire come gestire le proprie entrate, destinando la giusta parte alle spese e investendone una in sogni e hobby.

Wallapop ha chiesto a Pietro Valetto, divulgatore di economia e finanza, qualche consiglio per iniziare a gestire i propri risparmi col piede giusto:

Crea un budget mensile

Per poter risparmiare è fondamentale innanzitutto essere consapevoli delle proprie spese. Creando un budget mensile e impegnandosi a rimanere nei margini delle categorie di spesa ci si può assicurare di avere qualcosa da parte a fine mese che può essere investito nella propria “wishlist”. Un buon punto di inizio è la regola del 50/30/20, dove si divide il proprio stipendio netto allocando il 50% a spese fisse, il 30% a spese discrezionali e il 20% in risparmi o investimenti.

Paga prima te stesso

La prima cosa da fare quando si riceve lo stipendio è mettere da parte quel 20% che si vuole dedicare ai risparmi. Trasferendo questi soldi su un conto separato non si corre il rischio di spenderli erroneamente e di ritrovarsi senza niente alla fine del mese. Partire ogni mese contribuendo ai propri risparmi prima di qualsiasi altra cosa promuove una disciplina finanziaria che tornerà utile in futuro.

Compra oggetti che mantengono il loro valore

I “forever pieces” sono quegli oggetti che si comprano una volta e vengono utilizzati per tutta la vita. Che siano un set di pentole in ghisa, un divano di design, una macchina da caffè vintage o una stampa d’arte da appendere in salotto, il design senza tempo e il riconoscimento del brand permettono loro di mantenere un valore nel lungo termine. Anche se spesso il prezzo d’acquisto iniziale di questi prodotti è più alto rispetto a oggetti appartenenti alla “throwaway culture”, dureranno di più e potranno essere venduti in futuro recuperando la maggior parte di quanto si è speso per acquistarli.

Stabilisci degli obiettivi

Quando si vogliono tenere da parte dei soldi è importante avere ben chiaro gli obiettivi per cui lo si sta facendo. Questi possono essere a breve termine, come l’acquisto di un biglietto per un concerto del cantante preferito, o a lungo termine, come pianificare una vacanza in giro per il mondo. L’importante è avere una meta ben definita per poter misurare il proprio progresso e aumentare le probabilità di rimanere fedeli al proprio impegno.

Diventa un professionista della vendita di oggetti inutilizzati

Gli oggetti inutilizzati nascosti nelle proprie case possono trasformarsi in un’opportunità per finanziare i propri sogni: è sufficiente sistemarli, pulirli e metterli in vendita su piattaforme second-hand come Wallapop per ottenere un guadagno extra da reinvestire in quei progetti che abbiamo dovuto accantonare per mancanza di risorse. Non solo pezzi da collezione nascosti, ma anche altri numerosi oggetti sepolti nei cassetti che non vengono usati possono avere molto valore ed essere trasformati in un’entrata da mettere da parte.


Pubblicato

in

, ,

da

Pin It on Pinterest