Milano, Parco Chiesa Rossa: per una cura dell’anima

Dall’ 11 al 17 luglio ATIR presenta la terza edizione della rassegna La prima stella della sera. La manifestazione è ormai diventata, per il terzo anno consecutivo, un appuntamento fisso dell’estate milanese e avrà luogo, ancora una volta, nel suggestivo cortile della Chiesa di S.Maria alla Fonte nel parco Chiesa Rossa (Municipio 5) grazie all’ospitalità dei frati minori cappuccini.

Nell’estate 2020, dopo l’overdose di video-call e incontri zoom del primo durissimo lock-down, la rassegna è nata dalla necessità di dare una risposta concreta alla chiusura dei teatri, per sottolineare l’importanza dell’incontro dal vivo, del fare comunità, dello stare assieme nello stesso luogo e nello stesso tempo, per usare una parola ormai entrata nel nostro vocabolario quotidiano: in presenza.

Quest’anno l’iniziativa diventa un vero e proprio festival, concentrato in una settimana, con una serie di eventi collaterali e un tema che ne guida il racconto: la cura.

Abbiamo sempre considerato l’evento teatrale come un mezzo per garantire una qualità d’incontro intenso tra le persone e la rassegna è un modo per rendere concreta questa visione: sarà una settimana per riflettere insieme attorno alla parola “cura”, che mai come in questo momento sentiamo densa di significato in tutte le sue accezioni: cura del corpo, cura dell’altro, cura dell’ambiente, cura delle categorie più fragili, cura di chi si prende cura…

Gli appuntamenti saranno molti e variegati: spettacoli ma anche proiezioni video, un workshop rivolto ai caregivers, lezioni di yoga al parco, incontri e presentazioni; non mancherà nemmeno l’angolo dedicato al massaggio, un piccolo spazio-tempo da dedicare a se stessi e un’escursione guidata al parco del Ticinello.

Gli artisti invitati sono eccellenze del teatro milanese e non solo: Gianna Coletti, Annabella Di Costanzo (compagnia Alma Rosé), Arianna Scommegna, Matilde Facheris e Chiara Stoppa di ATIR, Annagaia Marchioro, Carlo Decio con un momento rivolto ai più piccoli. Ogni sera lo spettacolo sarà introdotto da una piccola incursione di teatro integrato: alcuni dei partecipanti ai laboratori condotti da ATIR nell’arco dell’anno – adolescenti, anziani, bambini e diversamente abili – leggeranno un breve estratto de “Il piccolo principe” di Saint-Exupéry. Inoltre, due momenti saranno dedicati ad approfondire progetti di teatro sociale in contesti di guerra e dialogo interreligioso sul territorio, coordinati e presentati da fra Stefano Luca dei frati minori cappuccini, direttore del dipartimento di Teatro Sociale OFMCap (Capuchin Social Theatre). Infine, verrà proiettato il documentario “Sul sentiero blu” di Gabriele Vacis e, per riscoprire la cura degli spazi e dell’ascolto, verrà proposta una breve escursione guidata da Chiesa Rossa al Parco del Ticinello, che si concluderà in Piazzale Fiabio Chiesa, la “Piana” antistante al Teatro Ringhiera, “Alla ricerca della prima stella. Piccola passeggiata con picnic e meraviglia” a cura di Georama con Carmelo Vanadia, che da anni accompagna gruppi integrati in collaborazione con Associazione DIESIS, e con cibo preparato con amore e ricette antispreco da Comunità Oklahoma e La Cucina di Albert.

Il tutto nel cuore dei quartieri periferici di Stadera/Chiesa Rossa, territorio in cui ATIR opera da più di dieci anni e che più che mai necessita di luoghi di aggregazione e di proposte culturali capaci di essere al contempo popolari e di qualità.

Anche quest’anno, oltre a quella con i frati minori cappuccini, la rassegna godrà della collaborazione con le altre realtà milanesi: la biblioteca comunale Chiesa Rossa, il bar Micrò, il Ristoro delle Rane, associazione Curopoli, associazione DIESIS, Comunità Oklahoma, La Cucina di Albert, Elitropia a different standard asd aps – Scuola di formazione in Tecniche Manuali Olistiche e Centro Massaggi, e Gian Piero Carezzato – Yogabile. L’iniziativa infine rientra nel palinsesto del progetto “La lettura intorno” di Bookcity e Fondazione Cariplo.

Il teatro sarà dunque un catalizzatore, il mezzo e il pretesto per riunire la cittadinanza e riflettere attorno al tema della cura, per fare esperienze concrete e condivise: un modo per costruire comunità, fare polis, aiutarci a comprendere e leggere il nostro tempo e, chissà, a viverlo al meglio.

PROGRAMMA

LUNEDI’ 11 luglio

h 19.30 Benvenuto e presentazione festival Fra Stefano e ATIR

a seguire SAREBBE STATO INTERESSANTE – con Matilde Facheris

Un progetto di Matilde Facheris e Giulia Tollis/ Dramaturg e curatrice dei testi Giulia Tollis/ Struttura drammaturgica e regia di Marcela Serli /con il sostegno di ATIR, Fondazione Claudia Lombardi per il Teatro (Lugano), Teatro Prova (Bergamo), Campo Teatrale (Milano)

Lo spettacolo parla di desiderio di maternità, biologica e non, parla di successi e fallimenti, del percorso della PMA, procreazione medicalmente assistita, parla della perdita e del ritrovarsi, e infine tocca il mondo delle altre forme di genitorialità.

MARTEDI’ 12 luglio

h 19.30 LUCIS IN FUNDO – Luci, colori e ombre della maternità

Un progetto di e con Annabella Di Costanzo/ testo e regia Manuel Ferreira e Elena Lolli/ progetto musicale Mauro Buttafava/ spazio scenico e costumi Stefano Zullo/ luci Marco D’amico/ produzione Alma Rosé

Nell’arco di una notte una donna cerca di fare addormentare il proprio figlio e ripercorre come un fiume in piena la sua prima esperienza di madre. E’ una lunga notte. La stanzetta dei giochi del figlio diventa sogno, incubo, verità. Diventa la scatola magica. Diventa un viaggio dentro sé stessa. Affiorano ricordi, paure, senso di inadeguatezza, confusa da quel coro pressante di parenti e amiche sempre pronte a dare consigli, ricette, a giudicare al primo errore. Lucis è una confessione di smarrimento, di quello smarrimento che accompagna tutti i grandi cambiamenti esistenziali che attraversano la nostra vita, tra cui avere un figlio.

MERCOLEDI’ 13 luglio

h 19.30 IL RITRATTO DELLA SALUTE – con Chiara Stoppa

di Mattia Fabris e Chiara Stoppa/regia Mattia Fabris/ produzione ATIR

Nessun elisir di lunga vita, nessuna formula magica. Solo una ragazza di 25 anni che affronta una malattia. E quando le dicono che sta per morire decide di affrontare sé stessa. La malattia come passaggio. Come un viaggio in una terra lontana. Un viaggio dal quale a volte si torna indietro. Almeno per la protagonista è stato così e, come scrive Carver in una sua poesia: “…è che te ne sono grata, capisci? E te lo volevo dire.”

GIOVEDI’ 14 luglio

h 19.30 MAMMA A CARICO – Mia figlia ha novant’anni di e con Gianna Coletti / regia Gabriele Scotti/produzione Teatro de gli Incamminati in collaborazione con Spericolata Quinta

Monologo ironico e struggente sul rapporto tra una donna di cinquant’anni, Gianna, e una vecchia ribelle di novanta, cieca. Quella vecchia è Anna, la madre di Gianna: spirito ribelle, ironia graffiante e grande cuore sempre più egoista. Due donne che si sorreggono l’una con l’altra, ma incredibilmente è la figlia ad avere più bisogno della madre per vivere. E tra uno scontro e l’altro, sensi di colpa, una risata, una cantata, si dipana il loro rapporto.

A seguire: visita guidata alla Chiesa Santa Maria alla Fonte tenuta da Nadia Mondi, vicepresidente del Comitato Cascina Chiesa Rossa, che tratterà aspetti storici e artistici, considerando anche le caratteristiche idrogeologiche del territorio. E non mancheranno aneddoti e racconti di episodi storici.

VENERDI’ 15 luglio

h 19.30 LA VITA DAVANTI A SÉ dal romanzo di Romain Gary

reading musicale con Arianna Scommegna / alla fisarmonica Giulia Bertasi

È la storia raccontata in prima persona da un bambino, Momò, nella Belleville miserabile e multietnica degli anni ’70. Momò vive al sesto piano, a casa di Madame Rosa, ex prostituta che accudisce bambini destinati altrimenti al brefotrofio. Momò è il preferito di Madame Rosa tra loro si crea un rapporto sincero e stretto che li legherà per sempre. È una storia che parla di cura. Del significato della cura come atto di responsabilità. Momò ci mostra come nelle situazioni più tragiche e amare della vita si possa trovare la forza di sorridere. La vita davanti a sè è un’iniezione di coraggio, speranza, tenerezza e cura per l’anima.

h 21.30 proiezione film “SUL SENTIERO BLU” regia di Gabriele Vacis (ingresso libero)

Il film racconta un emozionante viaggio di un gruppo di giovani autistici che, insieme ai loro medici ed educatori percorrono oltre 200 km a piedi in 9 giorni sull’antica via Francigena. Un cammino di crescita, tra fatica e divertimento, in cui affrontano ed imparano a gestire emozioni e difficoltà grazie a specifici programmi abilitativi per sviluppare le competenze sociali.

SABATO 16 luglio
h 11.00 Il Piccolo Principe… L’essenziale con Carlo Decio

regia Mario Gonzalez / scene illustrate Valeria Desa/ costumi Cristina Mariani/ produzione Teatro de Gli Incamminati + fACTORy32

h 12.30-15.00 pranzo per le famiglie offerto dai Frati Minori Cappuccini

h 16.30-18.00 incontro Cura del dialogo e della fratellanza umana: il Progetto Damietta – con Fra Stefano Luca (presso Biblioteca Chiesa Rossa – ingresso libero)

Le città sono sempre più multiculturali e multireligiose. I Frati Minori Cappuccini di Lombardia stanno promuovendo sul territorio un progetto che mira alla cura del dialogo interreligioso tra i giovani al fine di costruire una cittadinanza attiva e condivisa all’insegna della fratellanza tra i popoli. A partire dai fondamenti del Dialogo, saremo condotti a scoprire l’importante documento sulla fratellanza umana e vederne le sue applicazioni concrete nel territorio milanese.

h 19.30 QUALCOSA – una lettura dal libro originale di Chiara Gamberale

con Annagaia Marchioro e Federico Zanandrea

La storia di una principessa che era troppo, troppo allegra troppo triste, troppo tutto. E che si ritrova a fare pace col Niente. Una storia che ci invita a smettere di riempire ossessivamente le nostre vite, per imparare a respirare ed essere felici.

a seguire h 21.30-23.00 “Alla ricerca della prima stella. Piccola passeggiata con picnic e meraviglia” a cura di Georama con Carmelo Vanadia (partecipazione gratuita)

DOMENICA 17 luglio

h 16.30 – 18.00 incontro Cura dell’informazione: il dramma delle guerre dimenticate – con Fra Stefano Luca direttore del dipartimento di Teatro Sociale OFMCap (Capuchin Social Theatre), Ginevra Sanguigno e Italo Bertolasi fondatori di Clown One Italia (presso Biblioteca Chiesa Rossa – ingresso libero)

La guerra non è solo in Ucraina, purtroppo. All’oggi nel mondo si contano 23 conflitti definiti ad alta intensità. Se invece si tengono in considerazione anche le crisi croniche e le escalation violente si raggiunge il numero di 359. Attraverso il racconto di alcuni interventi effettuati da Capuchin Social Theatre e Clown one Italia (realtà che attraverso il Teatro Sociale e il ClownCare lavorano da anni in queste emergenzialità) verremo condotti a riaccendere i riflettori sui conflitti dimenticati di Siria e Afghanistan.

h 19.30 spettacolo a sorpresa!

a seguire Festa di chiusura, bar a cura del Il Ristoro delle rane

ATTIVITA’ COLLATERALI

Dal lunedì al venerdì

h 09.30 – 10.30 Yoga nel parco a cura di Gianpiero Carezzato – Yogabile

h 10.30 – 13.30 IO SI, AVRO’ CURA DI ME laboratorio per caregivers a cura di Nadia Fulco, Massimiliano Pensa e Gianpiero Carezzato/ quota partecipazione 150,00€/per info iscrizioni scrivere a sociale@atirteatroringhiera.it

Da martedì a domenica

prima dell’inizio di ogni spettacolo serale Il piccolo principe breve incursione di teatro integrato con alcuni dei partecipanti ai laboratori condotti da ATIR che leggeranno un breve estratto de “Il piccolo principe” di Antoine de Saint-Exupéry

Da venerdì a domenica

h 17.00- 20.00 Postazione massaggi a cura di Elitropia a different standard asd aps – Scuola di formazione in Tecniche Manuali Olistiche e Centro Massaggi (max 30 minuti a persona – offerta libera)

———————————————————

ORARI

SPETTACOLI SERALI: ore 19.30 (durata spettacoli 1h circa)

SPETTACOLO PER BAMBINI: sabato mattina ore 11.00. Al termine dello spettacolo verrà offerto alle famiglie un pranzo grazie all’ospitalità dei frati minori cappuccini.

PREZZI

Serale: posto unico 14 euro + prevendita. E’ vivamente raccomandato l’acquisto online

Spettacolo per bambini: ingresso libero con prenotazione

CAPIENZA: 99 posti

ACQUISTO ONLINE: www.atirteatroringhiera.it
INFO: tel. 02.87390039 – info@atirteatroringhiera.it – www.atirteatroringhiera.it

INDIRIZZO: Cortile Chiesa S. Maria alla Fonte c/o Parco Chiesa Rossa – ingresso da Via S.Domenico Savio 3 MI

In collaborazione con Comunità dei Frati Minori Cappuccini di S. Maria alla Fonte

e con Il Ristoro delle Rane, l’Associazione Impronta – Micrô, Associazione Curopoli, Associazione DIESIS, Comunità Oklahoma, La Cucina di Albert, Elitropia a different standard asd aps – Scuola di formazione in Tecniche Manuali Olistiche e Centro Massaggi, Gian Piero Carezzato – Yogabile

ATIR fa parte di Na.Pa. Milano.

La manifestazione è all’interno del palinsesto del progetto “La lettura intorno” di Bookcity e Fondazione Cariplo.

“La prima stella della sera” è inserita nel palinsesto Milano Viva

Con il contributo di MIC e Regione Lombardia

News Tecnologia

Auto alimentate a combustibili fossili, il 2035 è troppo tardi

Si è tenuto nelle scorse ore in Lussemburgo un atteso Consiglio Ambiente dell’Unione Europea, durante il quale sono state trattate diverse tematiche fondamentali per il futuro ambientale del continente, come la decisione sulla data di stop alla vendita di auto a motore endotermico e l’adozione di una posizione comune sulla normativa per affrontare il contributo […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Sindrome da odore di pesce, a Milano c’è una équipe medica dedicata

Si chiama trimetilaminuria, TMAU, o Sindrome da odore di pesce: si tratta di una malattia metabolica dovuta all’incapacità del nostro corpo di produrre un enzima che deve smaltire una sostanza presente in molti cibi, soprattutto pesce e crostacei. Se l’enzima manca la trimetilammina viene rilasciata attraverso sudore, urine e respiro che acquisisce così un caratteristico […]

Leggi tutto
Lifestyle Moda News Tecnologia

La 4s Platform, il sistema che misura la sostenibilità delle filiere del fashion & luxury

Più di trecento professionisti del sistema moda si sono ritrovati il pomeriggio del 9 giugno a Firenze, nella suggestiva Villa Viviani. Una platea variegata, composta da rappresentanti dei brand (LVMH, Kering, Burberry, Armani, Hugo Boss, Miroglio, Ferragamo, Yamamay, Brunello Cucinelli, Stella McCartney, Dainese, Max Mara, Prada, Valentino, Theory, Thom Browne, Luisa Spagnoli…) ed eccellenze della […]

Leggi tutto