News IN DIES

Notizie, giorno dopo giorno

Come abiteremo nelle nostre case in futuro?

Come abiteremo nelle nostre case in futuro? Come saranno progettate e che ruolo svolgerà la tecnologia digitale?

Queste domande sono alla base di Tomorrow Living, un progetto di ricerca sul futuro dell’abitare trasformato dalla tecnologia, condotto dal Huawei Milan Aesthetic Research Center e curato da Robert Thiemann, direttore di Frame magazine.

Per trovare risposte abbiamo interpellato 30 esperti internazionali tra i più influenti designer, architetti, artisti e scienziati: le loro visioni ci proiettano un futuro prossimo dove una tecnologia intelligente e distribuita ci permette di riconnetterci con la natura, ottimizzare consumi e spazi, responsabilizzare le comunità e creare nuovi scenari abitativi.

Questo futuro è fatto di ambienti empatici capaci di adattarsi e rispondere alle necessità dei suoi abitanti – fisicamente ed emotivamente – garantendo un’esperienza iper-personalizzata, in continua evoluzione che si adatta a ogni momento della nostra vita, sia che si tratti di lavorare da casa, di prendersi cura del nostro benessere e salute, di entertainment o di mobilità. Una tecnologia intelligente che permette anche ambienti e edifici più sostenibili, circolari ed efficienti nel consumo dell’energia e nel supportare uno stile di vita più positivo per tutti.

MEET Digital Culture Center | Fondazione Cariplo in Milano, fondato e diretto da Maria Grazia Mattei e punto di riferimento per la promozione della cultura digitale e di progetti innovativi, durante tutto il periodo della Milano Design Week, dal 5 al 12 giugno (Ore 10.00 – 19.00), diventerà centro di discussione e sperimentazione sul futuro dell’abitare, aperto al pubblico.

Di scena la mostra Tomorrow Living – co-creata con Mattei – in anteprima nelle gallerie del MEET: l’evento comprende la proiezione di quattro documentari che raccolgono le interviste e le visioni degli esperti internazionali, arricchita da The Global Home, un’esperienza immersiva site specific concepita dallo studio multidisciplinare Space Popular per trasportarci sensorialmente in nuovi scenari dell’abitare in un futuro mixed-reality.