‘Pizza. Una storia Napoletana’ la nuova edizione

Per il Pizza Day del 17 gennaio, Slow Food Editore presenta Pizza. Una storia napoletana che, dopo il successo della prima edizione, torna in libreria e sullo store online di Slow Food Editore in una versione aggiornata e arricchita da nuovi contenuti e da un affascinante repertorio di illustrazioni e riproduzioni di documenti di archivio, mappe, fotografie e stampe inedite. Un volume fondamentale per conoscere la storia di un prodotto come la pizza, che negli ultimi anni è stata protagonista di una straordinaria rivoluzione del gusto, e per comprendere l’evoluzione di un antico quanto umile mestiere come quello del pizzaiolo, trasformatosi nei giorni nostri in un complesso incontro di artigianalità, creatività e imprenditoria. Tra indagine storica e curiosità antropologiche, tra pizzerie e pizzaioli, gli autori ci riportano al clima che si viveva a Napoli dal Settecento fino ai primi del Novecento, attraverso un lungo racconto basato su precise e accurate ricerche d’archivio ed esclusivamente su fonti documentarie.

Una storia napoletana. Pizzerie e pizzaiuoli tra Sette e Ottocento pubblicato per la prima volta da Slow Food Editore nel 2009, è stato poi tradotto in lingua inglese con il titolo Inventing the Pizzeria. A History of Pizza Making in Naples per la prestigiosa Bloosmbury Academic nel 2015 – portando Napoli e la storia della sua pizza nelle università di tutto il mondo – viene ora presentato da Slow Food Editore in una nuova versione, riveduta ed ampliata.

In Pizza. Una storia napoletana, nuovi approfondimenti vengono dedicati alla figura della pizzaiola e, grazie all’acquisizione di nuovi documenti, la narrazione storica del mestiere del pizzaiolo prosegue fino ai primi decenni del Novecento. E ancora, sono stati aggiunti alcuni particolari inediti alla storia della famiglia Mattozzi, che nel 2022 festeggerà l’importante traguardo di 170 anni ininterrotti di attività, cominciati con il primo forno aperto ai Banchi Nuovi da Michele e Luigi Mattozzi nel 1852. Nel ricco corredo iconografico sono presenti inoltre riproduzioni di importanti documenti come l’Elenco dei pizzajoli con bottega del 1807, gentilmente concesso dall’Archivio di Stato di Napoli, e ancora la prima e unica immagine esistente di una pizzeria napoletana ottecentesca, tratta da una stampa inglese del 1881, finora inedita. L’appendice, inoltre, contiene in edizione integrale il testo dell’1858 dell’illustre filologo Emmanule Rocco, dedicata alla figura del Pizzajuolo.

Tutto questo fa di Pizza. Una storia napoletana il testo più autorevole in materia, in grado di offrire al lettore una dettagliata panoramica storica per capire come un cibo povero si sia affermato, in Italia e in tutto il mondo, come una delle maggiori espressioni culturali. Un volume essenziale per celebrare la pizza, uno dei cibi più amati e più rappresentativi del patrimonio enogastronomico italiano.

 

Cultura e Società News Tecnologia

Piccoli rifiuti elettronici, la raccolta è di prossimità

Piccoli rifiuti elettronici, la raccolta è di prossimità. Sono quasi 20 le tonnellate di smartphone, piccoli elettrodomestici e lampadine a risparmio energetico che sono state conferite nel 2021 alle 33 EcoIsole RAEE del consorzio Ecolight. Con una crescita di oltre il 27% rispetto all’anno precedente, rappresentano una possibilità per incrementare la raccolta di questa tipologia […]

Leggi tutto
Cultura e Società News

Le 10 principali tendenze dell’e-commerce per il 2022 in Cina

Il 2021 ha portato numerosi sviluppi all’interno dell’e-commerce cinese, e il 2022 sarà l’anno della conferma di questi trend. Sostenibilità, consumatori Gen Z e Livestreaming saranno solo alcune delle parole d’ordine per l’anno a venire. Alibaba ha riassunto Le 10 principali tendenze dell’e-commerce per il 2022 in Cina. Ecco alcuni spunti interessanti: Riduzione delle emissioni […]

Leggi tutto
Cultura e Società News Viaggi

La variante Omicron ridisegna il modo di viaggiare degli italiani

La diffusione della variante Omicron e il conseguente irrigidirsi delle regole per viaggiare hanno determinato nuovi disagi per i turisti italiani, ma non hanno fermato la loro voglia di partire, anche se con maggiori cautele e affidandosi a professionisti del settore in grado di garantire assistenza puntuale prima e durante il viaggio. A fare il […]

Leggi tutto