Cosa cercano uomini e donne in un potenziale compagno/compagna di vita?

Foto di Lumapoche da Pixabay

Lo scontro tra i due sessi è una battaglia che dura da sempre, ma cosa cercano uomini e donne in un potenziale compagno/compagna di vita? Quali sono le differenze e le similitudini più significative quando si tratta di trovare il partner ideale?

Lenstore lo ha chiesto direttamente agli italiani!

Un nuovo sondaggio analizza l’impatto delle prime impressioni in diversi contesti (romantico, lavorativo e sociale), per scoprire se le prime impressioni contano davvero, e che quali sono i fattori determinanti per uomini e donne nella scelta di un nuovo partner.

Alcuni dei risultati più significativi del sondaggio:

Quando si tratta di incontrare per la prima volta un potenziale partner, le donne guardano più all’igiene personale che all’aspetto fisico (48% contro 38%)
Il 41% degli uomini italiani ammette che l’aspetto fisico ha un impatto forte nelle loro impressioni positive sugli altri, mentre per le donne questa percentuale equivarrebbe al 29%.
Ad un primo appuntamento, le donne sono inoltre più inclini degli uomini a giudicare qualcuno in base al loro stile e agli abiti (33% delle donne contro 25% degli uomini)
Mentre gli uomini danno più importanza a caratteristiche come il colore degli occhi (18%), quello dei capelli (14%) e al peso (16%)
Sebbene vi siano queste differenze a livello di genere, quali sono gli attributi che sia uomini che donne trovano più attraenti in un nuovo partner?

Il sondaggio rivela:

Caratteristiche più attraenti e caratteristiche meno attraenti
Ricerca del contatto visivo (24%) Evita il contatto visivo (3%)
Look curato (36%) Look casual (19%)
Postura composta (30%) Postura scomposta (7%)
Profumo/dopobarba piacevole (30%) Odore sgradevole (3%)
Sorriso (34%) Assenza di sorriso (4%)

Come si può notare, un look curato e una postura composta contribuiscono a rendere una persona più attraente, a differenza di abiti casual e dell’evitare il contatto visivo diretto. C’è parità invece per quanto riguarda il dilemma barba sì, barba no: entrambe le opzioni vengono reputate attraenti dal 19% dei partecipanti. I piercing trovano invece la preferenza solo dell’8% degli intervistati, mentre i tatuaggi vengono considerati attraenti dal 14%. Le caratteristiche meno attraenti di tutte sono l’avere un odore sgradevole, l’evitare il contatto visivo e l’essere sovrappeso.

Infine l’altezza viene chiaramente considerata una caratteristica attraente, soprattutto per le donne: nel 23% di loro giudica più positivamente un’alta statura, mentre la bassa statura è apprezzata solo nel 4% dei casi.

 

News Notizie

Maltrattamenti e uccisioni di animali, inchiesta Zema di Cremona

A seguito della denuncia da parte di Animal Equality Italia nei confronti dell’impianto di macellazione Zema S.r.l., la Procura di Cremona ha rinviato a giudizio il titolare del macello per maltrattamento di animali e, su richiesta dello stesso, gli ha consentito la messa alla prova, ovvero la possibilità di sospendere il procedimento penale a fronte […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Pandemia: gli anziani più resilienti dei giovani

Con la pandemia, gli italiani anziani si sono dimostrati molto più resilienti dei giovani. Se durante il lockdown, con tutte le sue restrizioni e opportune segregazioni, si temeva un incremento dei suicidi e dei disturbi psico-sociologici negli over 65, tali ipotesi sono state sconfessate in tutto il mondo. Contrariamente a quanto si potesse pensare, sono […]

Leggi tutto
News Notizie

Terzo Settore: non snaturare le finalità originarie del 5 per mille

Dal 2006 il “5 per mille” consente agli enti del Terzo Settore di svolgere attività di interesse generale con ampia ricaduta sociale che diversamente non si potrebbero realizzare. Attraverso questo strumento di sussidiarietà fiscale, lo Stato dà al contribuente la possibilità di decidere a chi destinare una quota delle imposte dovute, scegliendo fra gli enti […]

Leggi tutto