Gli italiani e gli acquisti di Natale

Quest’anno metteremo sotto l’albero circa 8 regali a testa, spenderemo in media circa 300€ per portarci a casa i regali per i nostri cari e aspetteremo di respirare l’atmosfera delle feste per dedicarci allo shopping natalizio. È quello che racconta l’indagine eBay condotta da NielsenIQ, che ha restituito una fotografia di come quest’anno gli italiani approcceranno gli acquisti di Natale.

Circa 8, allora, i regali che acquisteremo per questo Natale, secondo l’indagine, con un 2% degli italiani, però, che sceglie di non acquistarne nemmeno uno. Dall’altra parte c’è, invece, chi sceglie di comprare quest’anno più regali rispetto al Natale 2020, il 17% degli intervistati. Ad acquistare il numero più alto di regali sono i genitori, le donne e i 35-44enni, che sono anche quelli che, rispetto all’anno scorso, ne acquisteranno online un numero maggiore (26%).

In fatto di budget: spenderemo in media circa 300€ in regali, cifra più elevata per chi ha figli, per i più adulti (45-65 anni) e tra gli uomini. Quella tra i 100€ e i 200€ la fascia di prezzo più gettonata e scelta dal 29% degli intervistati, mentre il 25% ha deciso di spendere fino ai 100€ e il 19% tra i 200€ e i 300€. Seguono, in ordine di preferenza, le fasce che vanno dai 400€ ai 500€ (11%), dai 300€ ai 400€ (7% e dai 500€ ai 1.000€ (7%). Per l’1%, la spesa si aggirerà dai 1.000€ in su. Cifre che spenderemo principalmente per far felici i nostri partner (70%), i genitori (59%), i figli (55%) e gli amici (45%), ma anche i nipoti (39%), zii e cugini (34%) e nonni (13%). E se l’ufficio è la nostra famiglia allargata, ecco allora che tra i destinatari dei nostri regali di Natale compaiono anche colleghi (10%), datori di lavoro (2%) e clienti (1%), ma c’è anche chi dedica un pensiero ai vicini di casa (6%).

Se per 1 persona su 4 lo shopping natalizio è iniziato già a ottobre, resiste lo zoccolo duro di quelli che vi si dedicano solo a dicembre: il 45% aspetta di respirare l’atmosfera delle feste, soprattutto 55-65enni e residenti al Sud. C’è però anche chi attende la Vigilia di Natale per dedicarsi ai regali da mettere sotto l’albero: sono il 2% gli amanti dello shopping last minute. Tra i motivi per ritardare l’inizio degli acquisti, in primis la possibilità di sfruttare promozioni, per il 49% dei rispondenti.

Tra le categorie di prodotto scelte per i regali di Natale spopola quella del fashion, preferita dal 64% degli italiani. A seguire quella della profumeria e della cosmetica, su cui si orienterà il 51% dei rispondenti e scelta maggiormente da donne e 45-54enni. Poi i libri, acquistati dal 42% degli intervistati, i prodotti per la casa e l’arredamento (36%), i prodotti alimentari (36%), regalati soprattutto dai più adulti e al Nord-Est, giochi e videogiochi (35%), i prodotti tech (35%), scelti per lo più dagli uomini e dai giovani, e quelli per l’hobby e il collezionismo (20%). Abbigliamento e accessori saranno anche quelli che più desideriamo ricevere per Natale: sperano di averli sotto l’albero il 44% degli intervistati, soprattutto donne, contro il 40% che desidera invece prodotti tecnologici – al primo posto tra gli uomini e tra i 35-44enni – e il 35% orientato invece su articoli di profumeria e cosmetica, più apprezzati al Sud. A seguire, tra i prodotti più desiderati: libri (31%) – la prima scelta dei 55-65enni –, food (27%), articoli per la casa e l’arredamento (25%), pezzi per hobby e collezionismo (19%) e giochi e videogiochi (13%), cercati invece dai più giovani.

Lifestyle News Salute

Oltre 20 milioni di bambini nei paesi ricchi hanno livelli elevati di piombo nel sangue

Secondo l’ultima Report Card pubblicata ieri dal Centro di Ricerca UNICEF Innocenti, la maggior parte dei Paesi ricchi sta creando condizioni malsane, pericolose e nocive per i bambini di tutto il mondo. La Innocenti Report Card 17: “Luoghi e Spazi – Ambiente e benessere dei bambini” mette a confronto i risultati ottenuti da 39 Paesi […]

Leggi tutto
Cultura e Società News

Ciliegie e amarene: ualità produttive, salutistiche e in cucina

Si è svolto in presenza, giovedì 19 maggio, presso la Sala della Società Medica Chirurgica di Bologna il secondo incontro del ciclo 2022 de “I Giovedì dell’Archiginnasio. L’Odissea del cibo dal campo alla tavola” dedicato alla ciliegia. I relatori dell’incontro sono stati il Dott. Stefano Lugli, Funzionario tecnico Università di Modena e Reggio Emilia, il […]

Leggi tutto
Cultura e Società Scuola

Ius scholae, le scuole prendono posizione con un flash mob studentesco

Martedì 24 Maggio le scuole prendono posizione con un flash mob studentesco in diverse città italiane e una conferenza stampa nazionale in diretta da una scuola di Milano: vogliamo l’approdo in aula dello Ius Scholae. Alle ore 8:00 gli studenti delle scuole superiori Parini ed Einstein di Milano e anche di altre scuole italiane, come […]

Leggi tutto