Concluso il 13° Festival dello shopping globale dell’11.11

Si è appena concluso con successo il 13° Festival dello shopping globale dell’11.11 (“11.11”) di Alibaba Group, che ha generato 540,3 miliardi di RMB (84,54 miliardi di dollari) in GMV durante l’intero festival, durato 11 giorni.

Quest’anno al Global Shopping Festival dell’11.11 hanno partecipato un record di 290.000 marchi, di cui il 65% sono piccole e medie imprese o nuovi brand. Il successo è stato sensibile: ben 698 marchi hanno superato i 10 milioni di RMB in GMV questo 11.11, crescendo dall’1 milione di RMB registrato lo scorso anno, mentre 78 marchi hanno superato i 100 milioni di RMB dai precedenti 10 milioni di RMB in GMV.

“L’11.11 negli anni è diventata una delle ricorrenze più rilevanti del mondo e-commerce e retail, un importante palco virtuale per lo shopping più innovativo: quest’anno più 290.000 brand da tutto il mondo hanno interagito con un bacino di circa 900 milioni di consumatori attivi con eventi e lanci. L’evento si è anche arricchito di un focus ulteriore su sostenibilità e inclusività, due temi sempre più centrali, per rispondere e offrire uno shopping che sia divertente ma anche sostenibile”, ha commentato Rodrigo Cipriani Foresio, General Manager Sud Europa di Alibaba Group. “Un grande successo, che ha portato oltre 84 miliardi di vendite complessive, registrando il 45% degli acquisti realizzati da giovani consumatori nati tra gli anni ’90 e ’00, molti dei quali residenti nelle zone rurali. Inoltre, abbiamo visto un’importante crescita nella richiesta di prodotti fashion e lusso in Cina, il cui mercato rappresenta da solo il 20% di quello globale [[1]]. Ciò ha assicurato un’ottima visibilità per i 200 marchi di lusso su Tmall Luxury Pavillion che hanno offerto più di 100 mila prodotti, tra cui moltissimi italiani come Prada, Zegna, Tod’s e Ferragamo. L’11.11 è stata l’occasione per i brand, tra cui centinaia di italiani, di lanciare e introdurre nuovi prodotti, ma anche il momento per interagire con una generazione di clienti curiosi, smart ed esigenti come quelli cinesi. Il continuo successo di categorie trainanti come quelle del lusso e moda, in cui si sono inseriti nuovi protagonisti come Max Mara, Pomellato e Canali, che per la prima volta hanno preso parte al Festival 11.11, ma anche dell’agroalimentare e del beauty & personal care – tra cui KIKO che ha registrato un’ottima performance – testimoniano come il Made in Italy sia ancora una volta ottimamente posizionato per cogliere la domanda di prodotti internazionali in Cina, anche grazie all’utilizzo di tecnologie digitali – da livestre

Lifestyle News Salute

Dopo la pandemia, prioritario riportare gli anziani a una vita sociale attiva

Dopo due anni di chiusure, gli ultimi mesi hanno visto una completa riapertura delle attività lavorative, scolastiche, sociali. Un processo che ha permesso alla popolazione di riprendere le normali attività, ma che spesso ha tenuto ai margini la popolazione anziana, caratterizzata da meno stimoli in tal senso e maggiormente preoccupata dai possibili effetti di un […]

Leggi tutto
Cultura e Società News Scienza

Giornata mondiale dell’ambiente: XTERRA è Green

Leave no trace (non lasciare traccia) è uno degli slogan di XTERRA, il circuito internazionale di cross triathlon più duro al mondo e a vocazione green. Fedele a questa filosofia, che riunisce sotto un’unica comunità eco-friendly gli appassionati di outdoor endurance, la tappa di XTERRA Italy Lake Garda, in programma a Toscolano Maderno il prossimo […]

Leggi tutto
Cultura e Società News

Smartworking: 6 dipendenti su 10 rifiutano il rientro in ufficio

“Lavorare bene significa vivere bene”: con queste parole Tommaso d’Aquino definisce una voce verbale attuale e relazionata al desiderio sempre più incessante dei professionisti di abbandonare l’ufficio per proseguire la carriera professionale all’interno delle mura domestiche. Le prime conferme a riguardo giungono da Harvard Business Review, secondo cui 6 americani su 10 (65%) vogliono lavorare […]

Leggi tutto