Milano Music Week: torna dal 22 al 28 novembre

Sarà Vasco Rossi a inaugurare ufficialmente l’edizione 2021 della settimana della musica di Milano con un esclusivo keynote sul canale streaming della Milano Music Week in occasione della pubblicazione, il 12 novembre, del nuovo album “Siamo qui”.

Dopo il successo di una edizione tutta online la “settimana della musica” torna dal 22 al 28 novembre con i nomi più importanti del panorama italiano. I principali attori della filiera, con un ampio programma di appuntamenti in presenza e online, guardano insieme al futuro dell’industria musicale coinvolgendo addetti ai lavori e appassionati.

Promossa e fortemente voluta da Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori), FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana), NUOVOIMAIE (Nuovo Istituto Mutualistico Artisti Interpreti Esecutori), ASSOMUSICA (Associazione di organizzatori e produttori italiani di spettacoli musicali dal vivo) Milano Music Week si conferma un evento consolidato e atteso, dopo il successo dell’edizione 2020 online che ha visto 149 appuntamenti fra panel, webinar, workshop, incontri, concerti e dj set, oltre 50.000 ore viste e più di 500.000 visualizzazioni in diretta, 198 artisti, più di 300 professionisti coinvolti.

La musica dal vivo e il mondo dei live club saranno al centro della quinta edizione – dal titolo Music Rocks Here – per riportare ancora una volta l’attenzione su uno dei settori più colpiti dalla crisi pandemica che, dopo mesi di stop e continui dibattiti politici, sta finalmente provando a ripartire e a ritrovare il suo pubblico.

Non a caso Apollo Milano – popolare club nel cuore dei Navigli e punto di riferimento per il mondo musicale – quest’anno diventerà la nuova casa della Milano Music Week ospitando diversi appuntamenti tra performance live, incontri e panel. Un segnale concreto per la ripresa degli eventi musicali nella città meneghina e un messaggio positivo a supporto dell’intero settore. A partire dalla Città Metropolitana di Milano, capitale della musica e città italiana con il più alto numero di live club, l’obiettivo è infatti quello di sottolineare il bisogno sempre più forte di tornare a vivere l’esperienza e l’emozione di una performance dal vivo restituendo la musica ai suoi luoghi, fermi da troppo tempo.

“Nonostante la Milano Music Week non si sia mai fermata, nemmeno nel 2020 in piena pandemia, tornare dal vivo in questa quinta edizione è una grande emozione perché dà il senso della definitiva ripartenza delle attività artistiche in città. Mettere la musica al centro della vita culturale di Milano significa non solo riaccendere l’entusiasmo e la fiducia, ma anche far ripartire i motori della creazione, quelli della produzione e tutta la filiera della musica live. Il programma di questa quinta edizione riserva inoltre molta attenzione a uno dei settori più colpiti dalla pandemia, ovvero il mondo dei live club, che costituiscono una rete diffusa molto importante nei diversi quartieri della città”, dichiara Tommaso Sacchi, Assessore alla Cultura del Comune di Milano.

L’edizione in avvio della MMW si arricchisce inoltre di una nuova curatela artistica: Nur Al Habash, Direttrice della Fondazione Italia Music Lab nuovo hub nato da un’idea di SIAE per il sostegno ai giovani music creator italiani, affianca infatti lo storico curatore artistico Luca de Gennaro – VP Talent & Music ViacomCBS Networks per Sud Europa e Medio Oriente – per la selezione delle proposte e dei contenuti che daranno vita al ricco programma della settimana tra concerti, showcase, mostre, panel, workshop, incontri e appuntamenti speciali.

“È per me un onore affiancare quest’anno Luca de Gennaro nella curatela di un evento prestigioso come la Milano Music Week, soprattutto nell’esatto momento in cui, dopo quasi due anni di fermo, finalmente si parla di una vera ripartenza anche nel mondo della musica dal vivo” – dichiara Nur Al Habash – “Il periodo pandemico ha dimostrato come la musica, e in particolare quella live, sia un elemento fondamentale per il benessere fisico e mentale dei cittadini, e per la costruzione di una socialità sana e forte. Milano è una delle città italiane che pone più attenzione all’offerta musicale e al dialogo con i live club, e un evento come la Milano Music Week lo dimostra. L’edizione 2021 sarà fondamentale per testare e impostare un nuovo standard, non solo per la modalità ibrida dell’evento che permetterà a tutti di seguire gli appuntamenti anche da casa, ma anche per una nuova consapevolezza sociale e politica attorno alla musica che porti nuova linfa a tutto il settore, a partire dagli stessi music creator.”

“La quinta edizione di Milano Music Week accoglierà il ritorno della musica nei luoghi fisici” – dichiara Luca de Gennaro – “L’esperienza della edizione digitale del 2020, seguita da un largo pubblico ben oltre i confini cittadini, ci ha insegnato che la tecnologia dello streaming può essere utile ad amplificare ciò che accade nel mondo reale, che è dove vogliamo tornare quest’anno. Gli eventi della Milano Music Week saranno ospitati soprattutto dai locali che programmano musica tutto l’anno, forniscono un palco agli artisti, producono arte e cultura, e negli ultimi due anni hanno sofferto, prima costretti alla chiusura e poi alla costante incertezza sulla riapertura. La fruizione online degli eventi sarà di certo una parte importante del programma, presentando anche contenuti esclusivi, ma le destinazioni che abbiamo scelto di privilegiare saranno i music club. Vogliamo che sia la prima Milano Music Week di una nuova era per la musica in città, e il primo segno di rinnovamento è il gradito ingresso nel nostro gruppo di lavoro di Nur Al Habash, che con me condivide oneri e onori come curatrice artistica, e con la quale stiamo costruendo il calendario di una settimana che vogliamo rappresenti una vera ripresa degli eventi musicali nella nostra città, che sia divertente e stimolante per il pubblico, e che serva al mondo della musica, con le sue professionalità e il suo indotto, per tornare finalmente a respirare”.

Il palinsesto della MMW21 vedrà quindi tornare gli eventi dal vivo diffusi nella città metropolitana, insieme a una serie di iniziative online che, anche quest’anno, permetteranno alla manifestazione di espandersi oltre i confini di Milano con l’obiettivo di diventare sempre di più una piattaforma internazionale. Tra gli appuntamenti consolidati della settimana ritroveremo “MMW Incontra”, il format ideato da Milano Music Week con un ciclo di incontri in cui alcuni fra i nomi più amati della musica italiana e internazionale raccontano al pubblico la propria musica attraverso aneddoti e curiosità.

L’immagine della Milano Music Week, ideata e realizzata da Daniele Amedeo, è una mano in 3D, icona del gesto della mano rock per eccellenza, che “riemerge” illuminata da una luce di taglio, vivace e notturna insieme. Music Rocks Here è il titolo che riecheggia quelli delle scorse edizioni, a sottolineare quest’anno il ruolo di traino di una manifestazione sempre più al centro della scena, forte e diretta, che si impegna per la musica in una fase necessariamente operativa e di ripartenza. Al centro del video promozionale che accompagnerà tutta la comunicazione una sequenza di mani che compiono azioni legate alla musica suonata e riprodotta nei suoi spazi e nei diversi mondi.

Anche per questa edizione, Linecheck – Music Meeting and Festival sarà main content partner di MMW. Dal 23 al 25 novembre torna l’appuntamento dedicato agli addetti ai lavori e amanti della musica che avrà luogo in un nuovo formato ibrido – in presenza e in diretta streaming – con tre giorni di incontri, workshop, panel e showcase dedicati al mercato e alla filiera musicale nazionale e internazionale. Prodotto da Music Innovation Hub – Impresa Sociale, Linecheck, la più importante music conference italiana, quest’anno si presenta con un taglio tutto nuovo, ispirato dal tema REVERSE. Milano incontrerà l’Europa degli innovatori della filiera musicale, protagonisti di quel cambiamento in chiave digitale e green che sarà la cifra dello sviluppo sostenibile anche nel settore musicale. Attraverso la piattaforma digitale live.linecheck.it, il festival connetterà Londra, Berlino, Amburgo, Haldern, Parigi e Madrid dove si svolgeranno altrettante serate in presenza che in contemporanea con Milano comporranno il programma musicale dell’evento. Una scelta dettata anche dall’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale di viaggi e trasferte. A Base Milano invece, vero headquarter del festival, oltre 30 start-up ed innovatori proporranno le proprie soluzioni tecnologiche a servizio della filiera agli oltre 1000 delegati nazionali ed internazionali ed ai 150 tra speaker e rappresentanti istituzionali, impegnati nel raccontare in 80 panel tematici il futuro dell’industria musicale.

Fra i media partner già confermate ritroveremo Billboard Italia, Rockol, Radio Capital, Accordo.it

Confermano inoltre la loro presenza anche per questa edizione CPM Music Institute, SAE Institute e ALMED – Master In Comunicazione Musicale in qualità di educational partners, mentre DICE torna come ticketing partner dell’iniziativa.

Intrattenimento News

Andrea Casta, Special Guest per la Coppa del Mondo di Sci in Alta Badia

Dopo aver inaugurato i Mondiali di Sci di Cortina 2021 in Eurovisione, dedicando all’evento e agli atleti anche il brano inedito “Faster & Beyond”, il violinista elettrico internazionale, Andrea Casta, torna con le sue iconiche performance tra montagna e sport che raccontano la relazione tra uomo e natura: il 18 dicembre p.v. sarà la special […]

Leggi tutto
Cultura e Società News Tecnologia

Acqua minerale delle Piccoli Dolomiti nel brick in cartone ecosostenibile

Nel nuovo anno ormai alle porte tante grandi imprese tornano al lavoro in ufficio, riducendo lo smart working. Milioni di italiani recuperano le abitudini di qualche anno fa anche se nel frattempo sono molto cambiate. Durante questi lunghi mesi gli italiani hanno infatti dato maggiore importanza ad una sana alimentazione, alla cura della propria salute […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Colite Ulcerosa, pronte le nuove linee guida IG-IBD

Importanti novità per i gastroenterologi e per i pazienti affetti da Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali – MICI, la Malattia di Crohn e la Colite ulcerosa. Da inizio 2022 sarà possibile fare affidamento alle nuove linee guida per la colite ulcerosa realizzate dalla società scientifica Italian Group for the study of Inflammatory Bowel Disease – IG-IBD […]

Leggi tutto