Per sapere quanto soffriamo, basterà un prelievo del sangue

A chi soffre di dolore cronico smetteremo a breve di chiedere “Ma quanto ti fa male?”. A questa risposta, ci hanno pensato i ricercatori italiani che dopo anni di studio, hanno avuto le conferme scientifiche(1-2) dal primo biomarker al mondo (MLM, Mu-Lympho-Marker) che permette di individuare l’esistenza e la prima scala di intensità del dolore cronico, aprendo la strada alla definizione di nuove strategie terapeutiche.
A spiegare la scoperta, la ricercatrice dello studio scientifico pubblicato, sarà uno dei relatori al Congresso Nazionale di FederDolore SICD (Società Italiana Clinici del Dolore) a Bologna c/o lo Star Hotels Excelsior dal 15 al 17 settembre.

LA SCALA “VERBALE” DEL DOLORE
L’indicatore disponibile per sapere il livello di dolore di un paziente è quello verbale. Nel caso del paziente, il risultato di questa valutazione è molto soggettivo perchè tiene conto della propria esperienza e del personale livello di sopportazione del dolore. Il clinico dovrà quindi affidarsi alla percezione del paziente per decidere se si tratta di dolore lieve, moderato o grave
“Non esisteva un test diagnostico per il dolore cronico e tutti i clinici del dolore sanno l’impatto che potrà avere a livello diagnostico ma anche psicologico sul paziente attraverso il quale possiamo solo avere informazioni soggettive sul dolore cronico. Lo studio è stato effettuato –spiega Valentina MALAFOGLIA, Ricercatrice Fondazione ISAL (Istituto di Scienze Algologiche) – confrontando un gruppo di pazienti sani con un gruppo che soffre di dolore fibralgico proprio perché sappiamo che l’estensione del dolore in questi pazienti è molto variabile e diffuso in tutto il corpo. Avevamo la necessità di poterlo codificare e quantificare anche nel tempo”.

LO STUDIO SULLA FIBROMALGIA, DEFINITA ANCHE “MALATTIA IMMAGINARIA”
La fibromialgia è una grave sindrome che causa dolore cronico severo. In Europa colpisce oltre 14 milioni di persone, nel 90% dei casi donne. Non è considerata una malattia rara e non è riconosciuta come malattia cronica all’interno dei Livelli essenziali di assistenza (Lea). Si manifesta con dolore diffuso, facile affaticabilità, sviluppo di senso di angoscia, panico e ansia, disturbi del sonno e problemi gastrointestinali. Ancora oggi non ci sono esami che riescano a diagnosticarla chiaramente, né terapie risolutive. Per molte, la beffa di sembrare malate agli occhi di parenti, colleghi e amici, per cui ne deriva anche un forte stress psicologico.
“La conferma del Mu-Lympho-Marker come biomarcatore per il dolore cronico severo, potrà avere numerosi impatti positivi a partire dalla conferma della presenza di dolore, del grado di intensità, che ridurranno i ritardi ed errori diagnostici a beneficio di un miglioramento della qualità di vita dei pazienti e caregivers. Tra gli obiettivi – continua MALAFOGLIA – c’è quello di definire nuove strategie terapeutiche e lo sviluppo di nuovi farmaci, individuando in modo preciso e personalizzato il trattamento più adeguato con evidenti risparmi di tempo e di costi”.

UN SUCCESSO DA ESTENDERE AD ALTRE PATOLOGIE
“Un risultato sorprendente che ci consentirà – conclude Giuliano DE CAROLIS, Presidente Federdolore_SICD- di avere uno strumento importante per una migliore gestione dei pazienti con fibromalgie e di poterlo estendere anche a tutte le altre patologie con dolore cronico”

Bibliografia
(1) Malafoglia V, et all. The Interplay between Chronic Pain, Opioids, and the Immune System. Neuroscientist. 2021 Jul 16:10738584211030493. doi: 10.1177/10738584211030493. Epub ahead of print. PMID:34269117.https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/34269117/
(2) Raffaeli W-Malafoglia V, et all. Identification of MOR-Positive B Cell as Possible Innovative Biomarker (Mu Lympho-Marker) for Chronic Pain Diagnosis in Patients with Fibromyalgia and Osteoarthritis Diseases. Int J Mol Sci. 2020 Feb 22;21(4):1499. doi: 10.3390/ijms21041499. PMID: 32098316; PMCID: PMC7073128. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32098316/

Intrattenimento News

Fiumicino Jazz Festival, la II edizione dal 2 all’11 settembre 2022

Grandi nomi del jazz nazionale ed internazionale per la seconda edizione del Fiumicino Jazz Festival, la manifestazione ideata dal Museo del Saxofono con l’intento di promuove e di portare a Fiumicino una grande e articolata manifestazione dedicata al jazz. Quest’anno il festival sarà concentrato in due lunghi fine settimana, in programma dal 2 all’11 settembre. […]

Leggi tutto
Cultura e Società Intrattenimento News

Tutto pronto per Opera Festival, sul vulcano più grande d’Europa

Manca pochissimo alla seconda edizione di Opera, il festival musicale che celebra la forza della natura del vulcano più grande d’Europa, un territorio unico, sorprendente, dall’energia straordinaria. A Milo nel paese che stregò Battiato ci si prepara per un boutique festival dal carattere unico, circondati dalla natura maestosa dell’Etna si potrà assistere ad albe musicali […]

Leggi tutto
convegno
Cultura e Società News

Investire nell’economia reale fa bene a imprese e risparmiatori

«Con un sistema produttivo e industriale italiano in grande spolvero, nonostante le tante incertezze geopolitiche internazionali e del quadro politico nazionale, gli investimenti in economia reale italiana, ossia Pmi non quotate e immobiliare, rappresentano un’ottima occasione per permettere ai risparmiatori italiani di impiegare più utilmente gli oltre 2 mila miliardi di euro (una cifra enorme, […]

Leggi tutto