Giulia Castoldi, la signora dei trattori made in Italy

L’8 marzo è alle porte, nell’occasione ci piace accennare a un profilo interessante: Giulia Castoldi, classe 84, da pochissimo alla guida del marketing dell’azienda di famiglia, la terza generazione di Castoldi per lo storico Gruppo BCS, azienda specializzata nella produzione di trattori Made in Italy che esporta in tutto il mondo.

Giulia rappresenta una donna alle prese con un ruolo di rilievo nell’impresa di famiglia in un settore, quello della meccanizzazione agricola, totalmente maschile.

Il Gruppo BCS è una compagnia multinazionale leader nel settore della meccanizzazione fondata nel 1943 dalla famiglia Castoldi di cui fa parte Giulia. La sede principale della società è situata ad Abbiategrasso (Milano). Gli stabilimenti del Gruppo BCS (situati ad Abbiategrasso, Luzzara e Cusago), comprendono al loro interno tutti i principali processi produttivi, infatti l’azienda progetta e costruisce macchine agricole e per la manutenzione del verde e per la produzione di energia elettrica autonoma e saldatura.

Sposata e innamorata dei suoi due cagnolini Giulia Castoldi, 36 anni, è la Responsabile Marketing del Gruppo BCS ma non solo: Consigliere del Gruppo meccatronici e rappresentante della filiera automotive di Assolombarda, Consigliere del Consiglio Generale di Federunacoma e Componente del Consiglio Generale di Assolombarda. Dopo la laurea in Cattolica in scienze e tecniche psicologiche e il master presso l’SDA Bocconi in imprenditorialità e strategia aziendale Giulia ha lavorato nel marketing presso l’Emmi Holding Italia e dopo un anno di esperienza “fuori” è tornata nell’impresa di famiglia, prima occupandosi solo del marketing del brand MOSA per passare recentemente alla direzione del marketing dell’intero gruppo.

News IN DIES