Test ,coronavirus: è necessario solo un tampone nel cavo nasale inferiore

I test rapidi per il coronavirus di nal von minden GmbH (Germania), già ben valutati e ampiamente utilizzati, hanno subito un’altra fase di sviluppo. Un tampone prelevato dal condotto nasale anteriore è ora tutto ciò che serve per effettuare un test, piuttosto che dal condotto nasale posteriore o dall’orofaringe come era necessario in precedenza. Il test NADAL® COVID-19 Ag è disponibile in tutta Europa dal 22 febbraio.

test rapido nasale covid“È molto più comodo quando il campione può essere prelevato dal condotto nasale anteriore” dice Roland Meißner, CEO di nal von minden GmbH, che ha sede in Germania. Soprattutto, è molto più facile da eseguire: Bastano due centimetri e mezzo. Il tampone deve solo essere girato intorno alla narice interna alcune volte per raccogliere abbastanza materiale per il campione.

“Più semplice è l’esecuzione del test rapido, più persone lo useranno” dice Meißner, “e a sua volta la pandemia potrà essere contenuta meglio e più rapidamente”.

Ci sono molti professionisti che hanno bisogno di essere testati regolarmente, come gli assistenti, i medici e anche gli insegnanti. Per loro, dice Meißner, un test rapido facile da usare rivestirà un ruolo importante in futuro.

Affinché i risultati, che possono essere letti dopo 15 minuti, siano veramente significativi, la qualità dei test rapidi è della massima importanza. Il test NADAL® COVID-19 Ag può essere considerato altamente affidabile. La specificità diagnostica è superiore al 99,9% e la sensibilità del 97,56%. La specificità indica se le persone apparentemente sane che si sottopongono al test sono in realtà sane, mentre la sensibilità illustra se tutte le persone malate sono da identificare come tali.
“Secondo le nostre ricerche, è preferibile prendere un campione di materiale dal naso piuttosto che usare la saliva”, dice Meißner. “Nella saliva, c’è un’abbondanza di enzimi che attaccano e distruggono le proteine virali libere. Nel naso, invece, ce ne sono meno. Questo significa che un individuo con coronavirus può essere identificato con sicurezza usando un tampone nasale”. Se si utilizza un campione di saliva, è anche possibile che i resti di cibo possano influenzare e falsificare i risultati.

La qualità dei nostri precedenti test NADAL® COVID-19 Ag – che differivano solo per il fatto che i tamponi venivano prelevati dalla bocca o dal rinofaringe – è già stata valutata scientificamente in diverse occasioni, anche dall’ospedale universitario Charité di Berlino. Il governo federale tedesco ha incluso il test NADAL® nella sua pianificazione nazionale dei test. Il test rapido NADAL® Covid-19 Ag è già stato utilizzato milioni di volte in tutta Europa durante la pandemia di coronavirus.

 

Cultura e Società News Tecnologia

La pandemia spinge il mercato dei big data nella sanità

Mai come nell’ultimo anno i dati sono stati i principali protagonisti in tutti i settori socio-economici e in particolar modo all’interno del sistema sanitario. Come riportato da una ricerca pubblicata su Statista, nel 2016 il mercato globale dei Big Data nella sanità era valutato 11.5 miliardi di dollari: secondo le previsioni, complice la pandemia da […]

Leggi tutto
Cultura e Società News

Mamme / Covid, in aumento di circa il 10% le richieste di aiuto psicologico

Angelo del focolare, pilastro della famiglia e della società, di mamma ce n’è una sola, la mamma è sempre la mamma….Potremmo continuare così per ore, fino all’esclamazione ‘mamma mia!’ Nel parlare comune tra proverbi e modi di dire la figura della mamma ha sempre ricoperto un ruolo centrale. Il 9 maggio è la Festa della […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Disturbi del sonno: 1 italiano su 4 dorme male

In Italia ben 12 milioni di persone soffrono di disturbi del sonno: difficoltà di addormentamento, frequenti risvegli durante la notte, risvegli precoci la mattina e difficoltà di riprendere sonno. Secondo i recenti dati dell’Associazione Italiana per la Medicina del Sonno (AIMS), nel nostro Paese circa 1 adulto su 4 soffre di insonnia cronica o transitoria. […]

Leggi tutto
News IN DIES