Anche correre poco può essere salutare

Qualsiasi quantità di corsa regolare è associata a un minor rischio di morte prematura, in particolare a causa di cancro o di malattie cardiache, rispetto al non correre affatto, secondo una revisione fatta sui dati di 14 studi precedenti.

Il nuovo studio ha coinvolto in totale 232.149 adulti seguiti per un periodo andato da 5 anni e mezzo a 35 anni.

Dallo studio, fatto nell’Institute for Health and Sport della Victoria University di Melbourne, in Australia, è emerso che rispetto agli individui che non correvano affatto, quelli che lo avevano fatto, avevano avuto il 27% meno di probabilità di morire per qualsiasi motivo, durante lo studio, il 30% meno di probabilità di morire per malattie cardiovascolari e il 23% meno probabilità di morire di cancro.

L’analisi ha rilevato che la frequenza, la durata, il ritmo e il tempo di corsa settimanale totale avevano influenzato il rischio di mortalità ridotto, associato alla corsa.

Correre anche solo una volta alla settimana, è meglio di non correre affatto, mentre correre molto non è necessariamente associato a maggiori benefici, dice lo studio, apparso sul British Journal of Sports Medicine.

Anche correre non più di una volta alla settimana per meno di 50 minuti a una velocità inferiore a 8 kmh è associato a una maggiore longevità.

Ma correre più a lungo di quanto suggerito dalle linee guida non è associato a un ulteriore abbassamento del rischio di morte per qualsiasi causa, secondo l’analisi.

Lifestyle News Salute

Epilessia, la gravidanza non è più un tabù

Oltre il 90% delle Donne con Epilessia ha un esito felice della gravidanza. La Lega Italiana Contro l’Epilessia: “Questa condizione non è più motivo di rinunciare a diventare mamme” Storicamente, per le donne con Epilessia diventare mamme è un po’ più complesso. Un tasso di infertilità forse lievemente superiore alla media (ma su questo non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute Tecnologia

Anziani e tecnologie: presentato un nuovo modello di cura e assistenza domiciliare

La pandemia ha accelerato l’implementazione delle tecnologie, coinvolgendo anche l’ambito medico. Resta ancora molto da fare, visto che esistono limiti tecnici e operativi che in alcuni casi relegano la telemedicina a un mero slogan. Ad essere penalizzati spesso sono gli anziani, ossia i soggetti con minore familiarità con le tecnologie, ma allo stesso tempo anche […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Disturbi del sonno: 1 italiano su 4 dorme male

In Italia ben 12 milioni di persone soffrono di disturbi del sonno: difficoltà di addormentamento, frequenti risvegli durante la notte, risvegli precoci la mattina e difficoltà di riprendere sonno. Secondo i recenti dati dell’Associazione Italiana per la Medicina del Sonno (AIMS), nel nostro Paese circa 1 adulto su 4 soffre di insonnia cronica o transitoria. […]

Leggi tutto
News IN DIES