UniVax Day con i giovani per ribadire l’importanza dei vaccini

Dopo il grande successo della scorsa edizione, è tornato anche quest’anno l’appuntamento con UniVax Day, una giornata nazionale di formazione e sensibilizzazione sull’importanza dei vaccini, rivolta ai ragazzi degli ultimi due anni delle scuole medie superiori. L’evento, organizzato dalla Società Italiana di Immunologia, Immunologia Clinica e Allergologia (SIICA), si è svolto questa mattina in contemporanea presso 21 Atenei italiani con l’obiettivo di affrontare il tema delle vaccinazioni sulla base delle evidenze scientifiche ad oggi disponibili, attraverso una relazione sul funzionamento del sistema immunitario e un dibattito sull’efficacia e i rischi dei vaccini.

 

I vaccini sono uno strumento indispensabile per prevenire le malattie infettive e rappresentano una delle scoperte mediche di maggior successo ed economicamente vantaggiose che nella storia dell’umanità hanno salvato più vite. Negli ultimi 50 anni, infatti, i vaccini hanno salvato più di 500 milioni di persone e attualmente, anche con un utilizzo non ottimale, prevengono 2-3 milioni di morti ogni anno, ma nonostante questa evidenza scientifica, i dati non riescono a rassicurare la resistenza culturale di una parte della società che continua a nutrire dubbi e timori nei loro confronti. Tant’è che nella classifica annuale delle minacce alla salute globale stilata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, quest’anno, ha fatto il suo ingresso anche la “vaccine hesitancy” (esitazione vaccinale). Per l’OMS, la riluttanza o il rifiuto nei confronti delle vaccinazioni è una tendenza diffusa a tal punto da innescare, per il 2019, un vero e proprio allarme perché l’esitazione vaccinale minaccia di far perdere i progressi fatti nei confronti delle malattie prevenibili.

 

«UniVax Day vuole essere una vera e propria “vaccinazione” delle nuove generazioni contro la confusione generata dall’epidemia di fake news che spesso riguardano il tema dei vaccini. Lo scopo dell’iniziativa è rendere i giovani più consapevoli riguardo l’efficacia delle vaccinazioni e contrastare così le notizie false e tendenziose, attraverso un confronto diretto basato su un’informazione corretta, affidabile, scientifica», ha dichiarato Angela Santoni, Direttore Scientifico dell’Istituto Pasteur Italia e Presidente della SIICA. «I vaccini proteggono non solo noi stessi, ma anche la collettività. Questo perché quando tutti gli individui sono protetti gli agenti patogeni non possono più diffondersi e infettare anche persone che, spesso per motivi di salute, non possono essere vaccinate», ha concluso la Prof.ssa Santoni.

Lifestyle News Salute

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati, inaccessibili, dove cure, assistenza e dolore sono privi di contatti con il mondo esterno, con gli affetti, con le dinamiche relazionali. La SOCIETA’ ITALIANA DI ANESTESIA, ANALGESIA, RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA-SIAARTI da tempo sta lavorando per avviare una diversa relazione tra operatori, pazienti e famiglie: non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Covid, Crisanti: i numeri dei contagi non tornano

“Oggi in Italia abbiamo 30-40 decessi al giorno e abbiamo un numero ridicolo di infezioni, evidentemente c’è una discrepanza ingiustificabile perché in tutti gli altri paesi d’Europa e del mondo c’è un rapporto di uno a mille rispetto ai numeri dei casi e dei decessi, quindi dovremmo avere anche noi un numero molto più grande […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

“Droga dello stupro”: è allarme

«I recenti fatti di cronaca legati all’utilizzo di nuovi stupefacenti quali il GHB, la cosiddetta “droga dello stupro”, unitamente all’aumento della violenza e dei femminicidi, fotografano una realtà sempre più difficile da gestire, frutto di frustrazione crescente causata da restrizioni e continui cambiamenti necessari per combattere la pandemia». Ad affermarlo è la dott.ssa Samantha Vitali, […]

Leggi tutto