Alessandro Magno morì dopo sei giorni

La morte di Alessandro Magno è stata oggetto di molte speculazioni. Il decesso fu improvviso, secondo le fonti e il Re morì avvelenato o a causa dell’alcolismo.

Katherine Hall, un professore dell’Università di Otago (Nuova Zelanda) in un’indagine pubblicata sul The Ancient History Bulletin https://ancienthistorybulletin.org/ sostiene che il re perse la vita a causa della sindrome di Guillain-Barré (GBS).

Prima della sua morte, Alessandro soffrì di febbre e di grave dolore addominale, seguiti da progressiva paralisi del corpo. Tuttavia, sorprendentemente il corpo di Alessandro mostrò segni di decomposizione durante i sei giorni successivi alla sua presunta morte. Gli antichi greci pensavano che ciò provasse che il Re era un dio.

Secondo gli studiosi neozelandesi il processo di decomposizione del cadavere di Alessandro non sarebbe iniziato dopo la sua presunta morte, perché semplicemente il Re non era morto.

All’epoca, infatti, non c’era molta conoscenza sulla malattia. Il corpo paralizzato di Alessandro Magno, senza apparenti sintomi vitali, avrebbe fatto pensare che il Re fosse morto, quando invece ancora non lo era.

Alessandro sarebbe morto sei giorni più tardi rispetto a quello che i suoi contemporanei credettero.

Alessandro Magno fu re di Macedonia dal 336 a.C. fino alla sua morte, avvenuta nel giugno del 323 a. C.

Cultura e Società News Scienza

Pre-festival di Bookolica 2021: al centro l’ambiente e l’emergenza climatica

Bookolica – Festival dei lettori creativi in programma a Tempio Pausania dal 10 al 12 settembre si arricchisce di nuovi contenuti e propone al pubblico un Pre-festival, da giovedì 2 a martedì 7 settembre, che pone al centro l’ambiente e nello specifico l’emergenza climatica, tema sempre più urgente, anche alla luce dei segnali di squilibrio […]

Leggi tutto
mare
News Scienza

Serve un’azione urgente per il clima

«Mentre i governi procedono a rilento nella riduzione delle emissioni, la crisi climatica sta già colpendo molte comunità con incendi, inondazioni estreme e siccità. Siamo in corsa contro il tempo, e l’IPCC ha appena rafforzato ulteriormente la connessione tra le emissioni di gas serra e l’intensificazione degli eventi climatici estremi. Se i governi non riusciranno […]

Leggi tutto
News Scienza

Temperature torride nelle città dell’Asia orientale

«Nelle ultime due settimane abbiamo visto diversi atleti olimpici collassare a causa di colpi di calore. All’inizio di quest’estate, le temperature estreme nel Guangdong, in Cina, hanno costretto le fabbriche a chiudere, e in Corea la morte di centinaia di migliaia di capi di bestiame è stata attribuita alle ondate di caldo. Questi episodi di […]

Leggi tutto