La barba può essere un covo di batteri

Simbolo di virilità e di fascino, talora anche vero accessorio di moda, la barba degli uomini è più igienica della rasatura? A questa domanda ha cercato di rispondere un laboratorio batterico che ha condotto un piccolo esperimento per una rivista di salute.

Bianca Sclavi, ricercatrice di biofisica batterica, ha preso dei campioni senza preavviso su alcune persone. I campioni della barba sono rimasti 72 ore nella coltura.

Quando la ricercatrice ha paragonato gli esemplari, è emerso che una grande quantità dii batteri era presente sui peli.

Confrontando questi batteri con quelli presenti sulla tavoletta dei water pubblici, è risultato che i batteri nella barba e della tavoletta non erano così diversi.

Trovare gli stessi batteri su una barba, in un bagno, ma anche su un telefono cellulare non è sorprendente, ha detto la Sclavi, perché i batteri sono dappertutto.

Più sorprendente, tuttavia, è che portare la barba, non rende meno suscettibile ai batteri, di quando ci si rade regolarmente. La barba non è sporca in linea di principio. Tutto dipende dall’igiene di chi la porta.

Del resto se le barbe sono piene di batteri, non va meglio agli uomini rasati, che a causa dei “micro-traumi”, causati alla pelle con la rasatura e lo sfregamento, hanno sul volto un territorio favorevole allo sviluppo di infezioni.

Se si ama la barba, è  consigliato lavarla regolarmente e asciugarla bene.

Lifestyle News Salute

Andropausa, scoperta una nuova molecola anti-invecchiamento

Ad Abano Terme presentato un peptide inedito (un piccolo frammento di osteocalcina) che interesserà gli ultrasessantenni: un esercito di quattro milioni di maschi italiani è infatti colpito da bassa produzione di testosterone associata ad un quadro clinico caratterizzato da osteoporosi, sindrome metabolica e disturbi della sessualità. Il professor Carlo Foresta: “Gli autori della ricerca sostengono […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Il virus Sars-Covid viaggia nei nervi con dolori muscolari

Nella classifica delle ripercussioni post Covid, la voce dolore ricopre uno spazio importante: basti pensare che circa la metà dei pazienti che ha avuto l’infezione ha dovuto lottare contro i dolori muscolari, seguiti da cefalee acuto (6-21%), dolori toracico (2-21%), oculare (16%), mal di gola (5-17%) e addominale (12%). E ultimamente anche quelli che coinvolgono […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

La terza dose di vaccino porrà un probabile freno al Covid

TERZA DOSE DI VACCINO: L’IMPORTANZA E LA NORMALITA’ – I vaccini ci hanno permesso di superare una situazione di estrema gravità quale quella in cui ci aveva spinto la pandemia di Covid-19 nel 2020. Avendoli però sviluppati in poco tempo, la loro somministrazione è stata programmata in due dosi a intervalli di tempo ravvicinati. L’introduzione […]

Leggi tutto