Artemisia: un rimedio contro la malaria?

Utilizzata dalla medicina cinese per millenni, l’artemisia sembra sia un’alternativa “naturale” ed economica ai farmaci, per combattere la malaria. La comunità scientifica rimane cauta, però, sull’argomento.

Una rete associativa sostiene la coltivazione in Africa di piante che contengono un cocktail molecolare, presumibilmente efficace nel trattamento della patologia trasmessa dalla zanzara. Ma gli studi rimangono ancora preliminari

Medici africani, americani ed europei, legati all’associazione francese e filantropica La Maison de l’Artemisia, cerca da alcuni anni di aprire nuove strade, per la cura di una patologia, di cui il 25 aprile, si celebra la Giornata mondiale.

“Quasi la metà della popolazione mondiale è a rischio di malaria”, ha affermato l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

La malattia ha provocato 445.000 morti nel 2016: il 90% dei casi si è verificato in Africa, così come il 91% dei decessi.

Intanto, una tisana all’artemisia si può preparare Così:

OCCORRENTE

1 cucchiaio di fiori di artemisia, 1 tazza d’acqua

PREPARAZIONE

Versare l’artemisia nell’acqua bollente e spegnere il fuoco. Coprire e lasciare in infusione per 10 min. Filtrare l’infuso e berne 2 tazze al giorno.

La tisana è controindicata in gravidanza e allattamento; a dosi elevate può essere velenosa e danneggiare il sistema nervoso.

Lifestyle News Salute

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati, inaccessibili, dove cure, assistenza e dolore sono privi di contatti con il mondo esterno, con gli affetti, con le dinamiche relazionali. La SOCIETA’ ITALIANA DI ANESTESIA, ANALGESIA, RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA-SIAARTI da tempo sta lavorando per avviare una diversa relazione tra operatori, pazienti e famiglie: non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Covid, Crisanti: i numeri dei contagi non tornano

“Oggi in Italia abbiamo 30-40 decessi al giorno e abbiamo un numero ridicolo di infezioni, evidentemente c’è una discrepanza ingiustificabile perché in tutti gli altri paesi d’Europa e del mondo c’è un rapporto di uno a mille rispetto ai numeri dei casi e dei decessi, quindi dovremmo avere anche noi un numero molto più grande […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

“Droga dello stupro”: è allarme

«I recenti fatti di cronaca legati all’utilizzo di nuovi stupefacenti quali il GHB, la cosiddetta “droga dello stupro”, unitamente all’aumento della violenza e dei femminicidi, fotografano una realtà sempre più difficile da gestire, frutto di frustrazione crescente causata da restrizioni e continui cambiamenti necessari per combattere la pandemia». Ad affermarlo è la dott.ssa Samantha Vitali, […]

Leggi tutto