Gli italiani e il tempo libero

Una ricerca di David Lloyd Clubs, il gruppo leader europeo in ambito fitness che ha appena aperto il primo club in Italia, rivela che sono ancora le donne a farsi carico dell’agenda di famiglia. Gli uomini preferiscono la TV.

 

La ricerca è stata affidata all’istituto di ricerca One Poll uno studio per indagare come gli italiani trascorrono il proprio tempo libero in famiglia.

 

Gli uomini non solo trascorrono meno tempo in famiglia delle donne – il 41% delle donne afferma di dedicare alla famiglia più di 31 ore settimanali, contro il 34% degli uomini – ma oltretutto non si impegnano nemmeno particolarmente, trascorrendolo spesso e volentieri davanti al televisore (32%). Le donne invece prediligono sempre la casa, ma organizzando attività sempre nuove che coinvolgono tutti i membri (34%) e si fanno carico di riempire l’agenda famigliare con le più svariate iniziative.

 

Se per il 53% degli uomini è una questione di mancanza di tempo, per le donne (44%) influiscono invece le ragioni economiche. Il budget mensile destinato alla soddisfazione di qualche sfizio durante il tempo libero conferma la maggior attenzione delle donne al risparmio: nella maggior parte dei casi (28%) spendono tra i 51 Euro e i 100 Euro, mentre gli uomini (24%) alza di molto la soglia della spesa, dichiarando una cifra che va dai 151 Euro ai 200 Euro.

Cultura e Società News

Trauma della guerra sui minori: convegno Telefono Azzurro a Varsavia

Il 27 maggio a Varsavia si terrà il convegno “Come garantire e promuovere la salute mentale durante la guerra: valutare e rispondere all’impatto del trauma attraverso lo sviluppo del bambino e dell’adolescenza”, organizzato da Telefono Azzurro e Fondazione Child, in collaborazione World Psychiatric Association per discutere della guerra in Ucraina e dei bambini e adolescenti […]

Leggi tutto
Cultura e Società News Scuola

Il bullismo a scuola è un fenomeno rischioso

Le ragazze e i ragazzi con disabilità hanno maggiori probabilità dei loro coetanei di subire violenze, abusi sessuali e bullismo nelle scuole, a casa e nelle istituzioni dell’Unione europea. È fondamentale quindi creare ambienti educativi democratici liberi da bullismo, equi ed inclusivi nei confronti della disabilità. Una delle cinque priorità della terza strategia del Consiglio […]

Leggi tutto
Cultura e Società News

1 studente su 10 verso un’università “telematica”

Post diploma, 1 studente su 10 verso un’università “telematica”.  Il motivo? Non solo Dad: costi inferiori e flessibilità fanno la differenza A segnalarlo l’Osservatorio “Università telematiche” di Skuola.net e CFU – Centro Formativo Universitario. L’e-learning, dopo l’esperienza della pandemia, acquista sempre più punti agli occhi degli studenti. Da una parte, gli universitari fanno fatica a […]

Leggi tutto