I poli magnetici della Terra si stanno invertendo

I poli magnetici della Terra si invertiranno. Milioni di anni fa, questi poli magnetici erano sui lati opposti del pianeta. Il nord era sud e il sud era nord.

Secondo gli esperti, i poli normalmente, si invertono, ogni 200.000 – 300.000 anni.

Negli ultimi due secoli, il campo magnetico generato dal nucleo fuso della Terra si è indebolito del 15%, fornendo ulteriori prove al fatto che i poli stiano diventando irrequieti.

I nuovi dati satellitari dell’Agenzia spaziale europea hanno rivelato inoltre che il campo magnetico terrestre sembra indebolirsi molto più rapidamente di quanto avevano suggerito le ricerche precedenti.

Il campo geomagnetico del pianeta si sta indebolendo circa dieci volte più velocemente del previsto, ad un tasso di circa il 5% ogni decennio, anche se è importante notare che in alcune regioni si è effettivamente rafforzato, in particolare in Asia.

La forza elettromagnetica che ha creato il mondo moderno potrebbe distruggerlo.

Quando i poli cambiano posto, le conseguenze per l’infrastruttura elettrica ed elettronica gestite dal cosiddetto mondo civile saranno disastrose.

I poli hanno cambiato posto centinaia di volte, più recentemente 780.000 anni fa.

Quando si invertiranno la prossima volta, le conseguenze per l’elettricità e l’elettronica saranno terribili.

Negli ultimi decenni, i geofisici hanno cercato di capire quando questi cambiamenti avverranno  attraverso le immagini satellitari e la matematica.

Gli ultimi dati satellitari, dell”Agenzia spaziale europea , hanno mostrato che una battaglia sta imperversando ai margini del nucleo terrestre. Gli scienziati hanno scoperto che il polo magnetico nord è in fuga e l’emisfero australe ha già guadagnato il sopravvento su circa un quinto della superficie terrestre.

Il fenomeno si sta intensificando e non si può escludere la possibilità che un’inversione dei poli stia iniziando.

Il campo magnetico terrestre protegge il nostro pianeta dai pericolosi raggi solari e cosmici, come uno scudo gigante. Quando i poli cambiano posizione, quello scudo viene indebolito e compromesso per secoli, permettendo alle radiazioni malefiche di avvicinarsi alla superficie del pianeta per tutto quel tempo.

Parti del pianeta potrebbero diventare inabitabili durante un’inversione dei poli. Gli animali che si affidano ai campi magnetici per la migrazione, potrebbero perdere l’orientamento. E i pericoli non sono solo biologici. Il sistema centrale di elaborazione della civiltà moderna potrebbe essere in grave pericolo.

Utilizzare computer, un cellulare, o riempire il serbatoio del gas di una macchina potrebbe essere  impossibile.

Abbiamo costruito alcune infrastrutture della nostra civiltà in un periodo in cui il campo magnetico del pianeta era relativamente forte, non tenendo conto della tendenza del campo, che è turbolenta, ingovernabile e imprevedibile. Secondo la NASA, siamo anche in ritardo per un cambiamento.

News Scienza

Cani: cresce l’ansia da abbandono

Anche i cani si sentono soli. Quando il loro “umano” è lontano, soffrono per la sua assenza. questo è un sentimento assolutamente normale, ma per alcuni cani può sfociare in una vera e propria ansia da abbandono. Questo accade principalmente perché il cane non ha ricevuto un’educazione appropriata, e soffre per il distacco, non riuscendo […]

Leggi tutto
Cultura e Società News Scienza

Ne “l’anno di Marte”, Teresa Fornaro a BergamoScienza

Domenica 10 ottobre alle ore 15 al Teatro Sociale, la scienziata Teresa Fornaro, prima studiosa italiana selezionata dalla Nasa per supportare gli studi della missione Mars 2020 e analizzare i dati del rover Perseverance, e il giornalista scientifico Giovanni Caprara saranno sul palco di BergamoScienza per l’incontro L’anno di Marte. Il 2021 è stato definito […]

Leggi tutto
News Scienza

Crisi climatica: i bambini esposti 7 volte in più alle ondate di calore eccessivo

In base agli attuali impegni presi dai paesi del mondo per contenere l’innalzamento della temperatura globale, i bambini nati nel 2020 saranno esposti alle ondate di calore eccessivo in media sette volte di più rispetto ai loro nonni, con punte di 18 volte in più se si considera ad esempio il solo Afghanistan. I neonati […]

Leggi tutto