La verdura può scatenare l’Alzheimer

Gli operatori sanitari sostengono che dovremmo includere almeno 5 porzioni di frutta e verdura nella nostra dieta quotidiana, in quanto sono una buona fonte di fibre, antiossidanti e molte altre vitamine e minerali. Tuttavia, secondo un nuovo studio, non tutte le verdure potrebbero essere sane come noi supponiamo che siano. Alcuni esperti della salute ora dicono che si deve fare attenzione a mangiare delle verdure, come i cetrioli e i pomodori, e tuberi, come le patate, in quanto contengono una proteina che è stata collegata alla malattia di Alzheimer.

Un nuovo studio, condotto dal dottor Steven Gundry, Cardiologo a Palm Springs, California, dice che una connessione è stata trovata tra la perdita di memoria e le lectine.

La lectina è una proteina che si trova in alimenti come pomodori, cetrioli, cereali integrali, chicchi germinati, peperoni, soia e prodotti lattiero-caseari.

 

E’ un tipo di proteina che fa parte del meccanismo di difesa naturale della pianta stessa contro parassiti, insetti e microrganismi. Quando le verdure sono consumate crude, le proteine possono reagire e attaccare i vasi sanguigni col loro comportamento naturale.

Le lectine non sono digeribili e il corpo produce alcuni anticorpi contro di esse.

Queste proteine sono anche dannose per l’intestino secondo lo stesso studio.

Esse bloccano l’assorbimento dei nutrienti con conseguenti problemi di salute.

Lifestyle News Salute

Epilessia, la gravidanza non è più un tabù

Oltre il 90% delle Donne con Epilessia ha un esito felice della gravidanza. La Lega Italiana Contro l’Epilessia: “Questa condizione non è più motivo di rinunciare a diventare mamme” Storicamente, per le donne con Epilessia diventare mamme è un po’ più complesso. Un tasso di infertilità forse lievemente superiore alla media (ma su questo non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute Tecnologia

Anziani e tecnologie: presentato un nuovo modello di cura e assistenza domiciliare

La pandemia ha accelerato l’implementazione delle tecnologie, coinvolgendo anche l’ambito medico. Resta ancora molto da fare, visto che esistono limiti tecnici e operativi che in alcuni casi relegano la telemedicina a un mero slogan. Ad essere penalizzati spesso sono gli anziani, ossia i soggetti con minore familiarità con le tecnologie, ma allo stesso tempo anche […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Disturbi del sonno: 1 italiano su 4 dorme male

In Italia ben 12 milioni di persone soffrono di disturbi del sonno: difficoltà di addormentamento, frequenti risvegli durante la notte, risvegli precoci la mattina e difficoltà di riprendere sonno. Secondo i recenti dati dell’Associazione Italiana per la Medicina del Sonno (AIMS), nel nostro Paese circa 1 adulto su 4 soffre di insonnia cronica o transitoria. […]

Leggi tutto
News IN DIES