La sindrome di Brugada “è un killer silenzioso”

Infastidita dal suo russare, Lisa Lee, una 25enne inglese, ha spinto un po’ suo marito, Lewis. Svegliatasi questa madre di Ashington (città del nord dell’Inghilterra), ha sentito che le lenzuola erano bagnate e ha capito subito che qualcosa non andava. Accendendo la luce, ha notato che il viso del marito era tutto viola e che egli non respirava.

La giovane donna immediatamente ha chiamato i paramedici, ma invano. Ha saputo più tardi che il rumore che aveva percepito come un russare in realtà non era che l’agonia di suo marito.

Secondo i medici, Lewis, era stato colpito da una rara malattia di cuore che causa un battito cardiaco anormale, chiamata sindrome di Brugada, che solitamente si traduce in un’accelerazione della frequenza cardiaca (aritmia). Questo aumento della frequenza cardiaca può dare palpitazioni e svenimenti, a volte può essere letale. La sindrome “è un killer silenzioso”, ha detto la donna, aggiungendo che la morte del marito ha veramente rovinato la sua vita.

Ora, Lisa Lee deve da sola allevare il suo bambino di due anni, ma ha lanciato una campagna per aiutare le persone con sindrome di Brugada. “Un defibrillatore avrebbe potuto salvare la vita di mio marito”, ha detto la donna.

News Notizie

Maltrattamenti e uccisioni di animali, inchiesta Zema di Cremona

A seguito della denuncia da parte di Animal Equality Italia nei confronti dell’impianto di macellazione Zema S.r.l., la Procura di Cremona ha rinviato a giudizio il titolare del macello per maltrattamento di animali e, su richiesta dello stesso, gli ha consentito la messa alla prova, ovvero la possibilità di sospendere il procedimento penale a fronte […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Pandemia: gli anziani più resilienti dei giovani

Con la pandemia, gli italiani anziani si sono dimostrati molto più resilienti dei giovani. Se durante il lockdown, con tutte le sue restrizioni e opportune segregazioni, si temeva un incremento dei suicidi e dei disturbi psico-sociologici negli over 65, tali ipotesi sono state sconfessate in tutto il mondo. Contrariamente a quanto si potesse pensare, sono […]

Leggi tutto
News Notizie

Terzo Settore: non snaturare le finalità originarie del 5 per mille

Dal 2006 il “5 per mille” consente agli enti del Terzo Settore di svolgere attività di interesse generale con ampia ricaduta sociale che diversamente non si potrebbero realizzare. Attraverso questo strumento di sussidiarietà fiscale, lo Stato dà al contribuente la possibilità di decidere a chi destinare una quota delle imposte dovute, scegliendo fra gli enti […]

Leggi tutto