Mad in Italy è partner dell’Università Ca’ Foscari di Venezia

Vista Eyewear, l’azienda produttrice degli occhiali 100% italiani, è stata scelta da un gruppo di studenti Ca’ Foscari per il progetto “ACTIVE LEARNING LAB” (ALL) come rappresentativa del settore occhialeria e del relativo ecosistema dell’innovazione.

Il laboratorio ha durata di 6 settimane è iniziato il 6 Febbraio e terminerà il 17 Marzo. Il progetto “ACTIVE LEARNING LAB” (ALL) vede coinvolta l’azienda di Alano di Piave, Vista Eyewear, con il proprio marchio Mad in Italy come partner di Università Ca’ Foscari di Venezia. Tale iniziativa consiste in un laboratorio didattico innovativo e multidisciplinare, nel quale i giovani talenti cafoscarini vengono messi alla prova, lavorando alla risoluzione di sfide reali e accelerando progetti proposti da aziende partner (gli “innovatori”) appartenenti a diversi settori industriali. Tutto questo sotto la guida di docenti, mentor, guest speaker e attraverso l’utilizzo di metodologie innovative quali Design Thinking, Lean Startup e Business Model Canvas.

ALL ha la finalità di incoraggiare la collaborazione tra sistema universitario e settore industriale territoriale, riducendo il gap tra i giovani e il mondo del lavoro, al contempo favorendo lo scambio di conoscenze tra i vari attori del territorio. La terza edizione di Active Learning Lab ha come temi il “Made in Italy” ed il “Design Excellence”: Vista Eyewear è stata scelta da un gruppo di studenti come rappresentativa del settore occhialeria e del relativo ecosistema dell’innovazione. L’azienda partecipa dunque alle attività nel ruolo di “innovatore”, garantendo impegno e presenza al progetto ALL. L’iniziativa è cominciata in azienda il 6 Febbraio con una prima parte didattica ed è culminata in un “weekend di accelerazione” l’11-12 Febbraio. Durante questa maratona, i talenti provenienti da tutti i corsi di laurea magistrale dell’Ateneo hanno lavorato per 30 ore consecutive al progetto e parte del tempo è stato dedicato all’incontro con Vista Eyewear. L’azienda, tramite il direttore della comunicazione Giorgio Dalla Longa, ha presentato la propria attività ed il brand Mad in Italy, nonché risposto alle domande dei ragazzi.

A seguire, Mercoledì 15 Febbraio, un gruppo di ragazzi ha fatto visita all’azienda per scoprire la filiera produttiva alle spalle degli occhiali Mad in Italy e il personale di Vista ha accolto le osservazioni e risposto ai dubbi dei talenti cafoscarini, fornendo le informazioni loro necessarie per la risoluzione e lo sviluppo della sfida loro proposta. Il progetto Active Learning Lab proseguirà con altre 5 settimane di lavoro, scandite dai ritmi e metodologie del Design Thinking, e terminerà il 17 Marzo: Vista Eyewear sarà presente all’evento di presentazione dei risultati ottenuti, felice di conoscere le creative e innovative proposte dei ragazzi.

Cultura e Società News Notizie

Più soldi alla zootecnia intensiva, non conta il vero benessere animale

Le 14 Associazioni aderenti alla “Coalizione contro le #BugieInEtichetta”* denunciano il blitz estivo con cui i Ministeri delle Politiche Agricole e della Salute porteranno martedì e mercoledì in Conferenza Stato-Regioni il criticatissimo decreto sulla certificazione nazionale volontaria sul benessere animale che tradisce qualunque ispirazione di trasparenza e verità nei confronti dei consumatori e che promuove […]

Leggi tutto
News Notizie Tecnologia

L’Italia è guardata con interesse dagli imprenditori esteri

Secondo i dati dell’ISTAT, nel primo trimestre 2022 è stato registrato un calo delle nuove attività registrate (-8,6%). Ma se gli imprenditori italiani sembrano essere scoraggiati dal contesto economico, tra inflazione, aumenti energetici e problemi nel reperimento di alcune materie prime, c’è chi dall’estero guarda con interesse il nostro paese. Secondo i dati di Semrush, […]

Leggi tutto
News Notizie

Superbonus edilizio 110%: 33mila imprese edili a rischio fallimento

I bonus stanziati dal Governo hanno generato 33mila imprese edili a rischio fallimento. Alberti: «La verità è una sola, i bonus in edilizia “sono finiti”, salviamo il salvabile e torniamo alla normalità pre-incentivi, puntando sulle nostre aziende» Stop al Superbonus edilizio 110%. Il Governo valuta di estendere la cessione del credito ma dice no alla […]

Leggi tutto