L’abitare su misura

La maggior parte delle persone, oggi, aggiorna quotidianamente la propria bacheca Facebook o Tumblr, la galleria di scatti su Instagram o Flickr, la playlist di tracce musicali di Spotify (e l’elenco potrebbe continuare), selezionando, assemblando e ricombinando file, immagini, suggestioni, informazioni e creando contenuti originali con piglio che potremmo definire “curatoriale”. La felice intuizione di marchi come Nike – che lasciano ai consumatori la possibilità di scegliere e di co-creare la configurazione finale dei loro prodotti – un po’ alla volta e soprattutto grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie sta trovando terreno fertile anche nel mondo dell’abitare. È il concetto di mass-customization che fa dialogare virtuosamente la produzione in serie e l’esigenza di unicità e di prodotti creati su misura dei bisogni e delle caratteristiche del singolo.

La casa è per sua stessa natura uno dei principali luoghi di espressione del sé in cui le persone “mettono in scena” la personale e unica narrazione di se stessi e della propria biografia. Le mura domestiche si configurano da sempre come una galleria in progress di gusti, stili, gesti, abitudini e attitudini personali e relazionali attraverso cui gli individui costruiscono e comunicano all’esterno la propria identità sociale.

Mentre in passato questa possibilità era legata quasi esclusivamente alla sfera del lusso e prerogativa di una élite di persone affluenti, viaggiatori e collezionisti, oggi si apre, complice lo sviluppo delle stampanti 3D e dei macchinari di prototipazione rapida, a un pubblico decisamente più ampio e competente generando allo stesso tempo una nuova interpretazione del lusso stesso: legata sì al pezzo unico – che però non è necessariamente costoso, è funzionale e non solo bello da esibire – ma anche caricata di una forte componente affettiva che nasce dall’aver messo alla prova la propria creatività.

Di qui l’importanza che il crescente grado di personalizzazione di spazi, oggetti e arredi riveste sempre di più nell’immaginario e nei desiderata delle persone, caratteristica a cui i designer e interior designer stanno dando risposte sempre più convincenti.

Cultura e Società News

Il rispetto per l’ambiente e la riduzione di spese e rifiuti inizia sin da piccoli

Se la scelta di Harry e Meghan di avere soltanto due figli per salvaguardare il Pianeta ha fatto molto discutere, a dimostrare che effettivamente una nuova nascita aumenta sensibilmente l’impronta ecologica di una famiglia è uno studio svedese. Secondo la ricerca condotta dalla Sveriges landbruksuniversitet di Uppsala, infatti, in una casa con figli si produce […]

Leggi tutto
Cultura e Società News

Il vero leader dopo la pandemia

“La leadership è l’arte di far fare a qualcuno quello che tu vuoi perché lui lo desidera”: con queste parole l’ex presidente degli USA Dwight David Eisenhower definiva il concetto di leadership, il quale mai come in quest’ultimo periodo risulta centrale all’interno della sfera lavorativa. Conferme a questo proposito giungono da un’indagine condotta da Espresso […]

Leggi tutto
Cultura e Società News

Gli opposti si attraggono? I dati (e la psicologia) dicono di no

I detti nascondono sempre una certa saggezza storica e popolare, ma è proprio vero che in amore “gli opposti si attraggono”? Sembrerebbe proprio di no. A dare una chiara smentita ci ha pensato Once, app pioniera dello slow dating, che ha esaminato 1.000 coppie per un totale di oltre 9.000 anni di vita di coppia […]

Leggi tutto
News IN DIES