Gli europei hanno un sistema immunitario diverso dagli africani

Gli europei hanno un sistema immunitario diverso dagli africani, a causa di un’eredità ricevuta dall’uomo di Neanderthal. Europei e africani rispondono in modo diverso alle infezioni. Questa è la conclusione a cui sono giunti, dopo quattro anni di lavoro, i ricercatori dell’Institut Pasteur e del CNRS.

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista ‘Cell’. “Questo risultato aiuta a comprendere la sensibilità di alcune popolazioni verso malattie come il lupus, la cui incidenza è più alta in Africa che in Europa”, dice lo studio.

Per arrivare a questa conclusione, i ricercatori hanno decodificato tutti i geni presposti alla risposta immunitaria di 200 individui, europei e africani. In particolare, essi hanno sequenziato l’intero RNA di questi individui per vedere come le cellule della risposta immunitaria rispondevano all’attacco di batteri o di virus.

E’ emerso che europei e africani differiscono nell’ampiezza della loro risposta immunitaria, in particolare per alcuni geni coinvolti nelle risposte infiammatorie e antivirali. Queste differenze sono in gran parte dovute a mutazioni genetiche, diversamente distribuite tra africani ed europei, che modulano l’espressione dei geni del sistema immunitario.

Alcune di queste mutazioni genetiche sono state favorite dalla selezione naturale, aiutando ciascuna di queste popolazioni a meglio adattarsi al proprio ambiente. Ma sorprendentemente, secondo processi indipendenti giocando su geni differenti, la selezione naturale ha provocato nelle popolazioni dell’Europa e dell’Africa un risultato medesimo: diminuire la risposta infiammatoria.

L’ambiente dei cacciatori-raccoglitori del Paleolitico era molto più ricco di microrganismi e di agenti patogeni rispetto a quello dei loro discendenti che vivono in una società moderna.

Inoltre, dall’1 al 5-2% degli europei ha il DNA dell’uomo di  Neanderthal nel genoma

Quando l’uomo è venuto fuori dall’Africa, si è trovato in contatto con i ‘ nuovi patogeni che erano sconosciuti al suo sistema immunitario e si è adattato a tali agenti patogeni.

News Scienza

Trento: mobilità sostenibile in mostra

Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti” affronta le sfide e le scelte connesse alla transizione ecologica con un grande obiettivo: arrivare al 2050 con una mobilità a emissioni zero. A cura dell’architetto visionario Mario Cucinella, l’allestimento – sviluppato su […]

Leggi tutto
News Scienza

Rispettare l’ambiente in occasione delle festività

In occasione delle festività è possibile impegnarsi per rispettare l’ambiente. Ecco i 10 consigli di Greenpeace. 1. Godiamoci l’atmosfera natalizia passeggiando o usando la bici. Lasciamo a casa l’auto. 2. Apparecchiamo la tavola senza ricorrere a piatti, cannucce e bicchieri di plastica o di carta. Non importa se sono biodegradabili e compostabili: abbandonando il monouso, […]

Leggi tutto
News Scienza

Ambiente, nascono due nuovi consorzi per rifiuti tessili e materassi

Un passo in avanti nella tutela dell’ambiente e un contributo concreto al percorso di transizione ecologica del Sistema Paese. Nell’ambito del Sistema Ecolight sono nati Ecoremat ed Ecotessili, due consorzi nazionali, promossi da Federdistribuzione e dalle sue imprese associate, dedicati, rispettivamente, alla gestione dei materassi e imbottiti dismessi e alla gestione dei rifiuti tessili. Il […]

Leggi tutto