L’emicrania è scatenata dai batteri intestinali e della bocca

Secondo uno studio americano, i pazienti che soffrono spesso di emicrania hanno livelli elevati di alcuni batteri coinvolti nel metabolismo dei nitrati. Questi additivi sono contenuti ad esempio nella carne e nelle verdure a foglia verde e potrebbero scatenare il mal di testa.

I ricercatori dell’Università di San Diego, negli Stati Uniti, hanno visto che i pazienti sofferenti di emicrania ospitano più batteri nella bocca, nella gola e nel microbiota intestinale. Questi batteri  convertono i nitrati in ossido nitrico nel sangue, cosa che può causare mal di testa, più facilmente che nelle persone non inclini a questa patologia.

I nitrati sono contenuti spesso nella carne lavorata, come nella pancetta e nelle salsicce, ma anche nei vini, nel cioccolato, nelle verdure a foglia verde e in alcuni farmaci.

Ai fini dello studio, i ricercatori hanno analizzato i campioni fecali di 171 persone con emicrania, oltre a 172 campioni orali, e oltre 1996 campioni fecali di altri partecipanti in buona salute.

Secondo i risultati dello studio, illustrati su mSystems, i pazienti sofferenti di emicrania hanno, in media, significativamente più batteri che convertono i nitrati rispetto alle persone senza emicrania, in bocca o nell’intestino.

Questo fenomeno era già stato osservato nei pazienti cardiopatici. Circa quattro persone su cinque che assumevano farmaci contenenti nitrati per trattare l’insufficienza cardiaca congestizia o il dolore toracico avevano segnalato forti mal di testa, come effetto collaterale.

“Ora abbiamo una traccia che ci permette di affrontare le emicranie, anche se resta da vedere se questi batteri sono una causa o un risultato dei disturbi”, ha detto Antonio Gonzalez, autore dello studio.

Casa Lifestyle News Tecnologia

Come abiteremo nelle nostre case in futuro?

Come abiteremo nelle nostre case in futuro? Come saranno progettate e che ruolo svolgerà la tecnologia digitale? Queste domande sono alla base di Tomorrow Living, un progetto di ricerca sul futuro dell’abitare trasformato dalla tecnologia, condotto dal Huawei Milan Aesthetic Research Center e curato da Robert Thiemann, direttore di Frame magazine. Per trovare risposte abbiamo […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Long Covid: la metà dei pazienti ha sintomi due anni dopo l’infezione

Dopo due anni di pandemia abbiamo imparato a convivere con il Covid-19, ma oggi sappiamo di più sugli effetti a lungo termine. Secondo il più lungo studio di follow-up fino effettuato pubblicato sul Lancet Respiratory Medicine, la metà dei pazienti che sono stati ricoverati in ospedale ha ancora almeno un sintomo due anni dopo l’infezione […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Allergie primaverili, quanto incidono sugli occhi?

Con l’’arrivo del caldo e della bella stagione arrivano anche le allergie primaverili; questo periodo dell’anno è infatti quello con la maggior produzione di pollini da parte delle piante, che si concentrano nell’aria e possono far nascere le temute reazioni allergiche. Anche se in generale si parla di allergie primaverili questo termine di solito si […]

Leggi tutto